Castellammare del Golfo-Amministrative, ufficializzato il terzo candidato sindaco

Esce allo scoperto il terzo candidato sindaco a Castellammare del Golfo in vista delle amministrative del prossimo 10 giugno. Si tratta di un volto completamente nuovo della politica: è Giuseppe Lo Porto, 53 anni, originario di Palermo ma da tempo residente a Castellammare del Golfo, dirigente scolastico e dal 2014 fuori ruolo ed “in prestito” al ministero degli Esteri per occuparsi di diffusione della lingua italiano in Russia nella sede consolare di Mosca ed estensione a San Pietroburgo. Per lui mai nessuna carica politica o amministrativa in passato, per la prima volta quindi si catapulta in questo mondo e quindi farà ritorno nella sua Castellammare per provare questa prima esperienza in assoluto. Si candiderà sotto il vessillo del movimento civico Cambiamenti, che già in questa legislatura che si sta concludendo è stato espressione di due consiglieri comunali, e sarà ufficialmente presentato domenica prossima, 22 aprile, alle 10,30 presso la “Sala del Cinquecentenario” del Palazzo Municipale di Castellammare del Golfo in corso Bernardo Mattarella. Prima di lui hanno ufficializzato la propria candidatura Franco D’Angelo, 64 anni, imprenditore, sostenuto dal movimento Idea Sicilia dell’assessore regionale Roberto Lagalla e più recentemente Laura Ancona, 33 anni, consigliera comunale uscente, avvocato, espressione di una lista civica e figlia del già sindaco Giuseppe. Per il resto ancora tutto è in ballo a cominciare dall’uscente sindaco Nicola Coppola il quale ancora oggi non ha voluto sciogliere il nodo su una sua eventuale ricandidatura. Se farà il passo sarà sostenuto da liste civiche, Pd e Sicilia futura. Il Movimento 5 Stelle invece dovrebbe a breve ufficializzare il nome di Salvatore Bonghi, sino al 2013 all’interno della segreteria del Pd e poi riconvertitosi ai pentastellati. Cantiere aperto all’interno del centrodestra che pare voglia presentarsi unito, come già annunciato in un comunicato congiunto tra Udc, Forza Italia, Diventerà Bellissima ed altre forze di estrazione civica. In realtà il candidato era stato trovato nel consigliere uscente Angelo Palmeri il quale però ha declinato per impegni di lavoro. Al momento la scelta oscilla tra Nino Mistretta, già consigliere provinciale, e Peppe Cruciata, consigliere uscente e già presidente del consiglio e assessore.