Castellammare-Dehors, regolarizzazione per gli esercenti

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Nuove regole per chi installa i dehors nel suolo pubblico, i meglio conosciuti gazebo. In seguito a quanto stabilito dal consiglio comunale ora bisognerà adottare un nuovo sistema che deve garantire il transito pedonale. Da questa estate chi vorrà installare un dehors a Castellammare del Golfo, sistema molto diffuso in paese specie nel periodo estivo a supporto delle attività ristorative soprattutto, dovrà farlo consentendo che la larghezza per il passaggio pedonale, misurata tra la facciata dell’edificio ed il primo elemento costituente il dehors, non può essere inferiore ad un metro, fatta eccezione per eventuali passaggi coperti della larghezza massima sempre di un metro necessari a collegare il dehors all’esercizio principale. Questi passaggi coperti non devono in nessun modo essere provvisti di chiusure laterali che impediscano la libera circolazione dei pedoni. L’occupazione di suolo pubblico, per tutte le tipologie di dehors, non deve interferire con attività di terzi ne pregiudicare l’accesso a proprietà di terzi. Il civico consesso privilegia, di norma, soluzioni che prevedano l’occupazione di aree comprese all’interno della proiezione del prospetto relativo al locale sede dell’attività principale. I de hors debbono essere installati in adiacenza dei prospetti degli edifici ed in ogni caso ad una distanza non superiore a un metro lineare dagli esercizi commerciali nei quali si svolge l’attività. Solo per la via Don Zangara, strada principale del porto, è consentita l’istallazione dei dehors in adiacenza dei prospetti degli edifici, in corrispondenza dei prospetti in cui sono ubicati in questa via. La circolazione dei pedoni e delle persone con limitata o impedita capacità motoria sarà garantita introducendo due linee gialle a delimitazione di tale area a ridosso dell’esterno dei dehors. In tale zona non sarà consentita la presenza di alcun tipo di ingombro, quali sedie, tavoli, fioriere, porta listini e altro di simile. “Lo scopo di tale modifica, particolarmente in un periodo di perdurantecrisi economica, – afferma il sindaco Nicola Coppola – è quello di consentire agli esercenti interessati di regolarizzare alcuni de hors precedentemente collocati nella via Don Zangara e di proseguire l’esercizio commerciale, nell’imminenza dell’inizio della stagione turistica, in considerazione del fatto che tali attività impiegano un cospicuo numero di addetti e inducono anche un importante flusso economico verso altre attività della filiera (fornitori di materie prime, attrezzature, materiali di consumo, correlate attività gestionali/amministrative e altro ancora). In un’apposita ordinanza il primo cittadino consente agli esercenti che dispongono di un dehors precedentemente all’entrata in vigore del nuovo regolamento di mantenere gli stessi ed utilizzarli per la propria attività a condizione che provvedano tempestivamente a presentare al competente Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) apposita istanza di regolarizzazione corredata di tutta la necessaria documentazione tecnica ed amministrativa idonea a comprovare la conformità del gazebo al nuovo regolamento nonché il rispetto delle norme ed il possesso di tutte le caratteristiche e dei requisiti necessari per l’esercizio dell’attività e richiesti dallo stesso regolamento.