Castellammare, conferiti encomi a 17 rappresentati delle Istituzioni

Un grande schermo sul quale campeggia la parola “Grazie” davanti alla Bandiera italiana, racchiude il significato di un evento, promosso dal Comune di Castellammare, che ha consegnato encomi solenni a 17 rappresentati delle Istituzioni: carabinieri, polizia, guardia di finanza, capitaneria di porto, vigili del fuoco, forestali. La cerimonia della consegna degli encomi è stata preceduta dalla lettura di alcune pagine del libro su Emanuela Loi, la giovane poliziotta morta nella strage di via D’Amelio. La lettura di tre alunne della Pascoli e Pitrè, mentre due ragazzi figli, di vigile del fuoco e forestale hanno raccontato lo stato d’animo, misto ad ansia e preoccupazione quando i propri genitori sono impegnati a fronteggiare emergenze. Il saluto da parte del sindaco Nicola Rizzo e del prefetto Tommaso Ricciardi ha preceduto la cerimonia della consegna, con la conduzione della giornalista Annalisa Ferrante. Questi gli encomi consegnati: per i carabinieri al capitano Giulio Pisani, comandante della compagnia dei carabinieri di Alcamo, al luogotenente Luigi Gargaro, comandante della stazione dei carabinieri di Castellammare, al maresciallo ordinario Calogero Carta, al vicebrigadiere Giuseppe Campisi, all’appuntato scelto Salvatore Lo Cricchio, con la seguente motivazione “per l’acume investigativo, l’impegno, l’alto senso del dovere dimostrati nell’attività di indagine che, il 28 novembre 2017, permettevano di individuare ed arrestare quattro operatori di una casa di riposo, responsabili di gravi maltrattamenti ai danni degli anziani ospiti della struttura”. Per la polizia di Stato all’assistente capo Renato Galbo ed all’assistente Capo Alessandro Maria Bellomo perché “intervenuti per un grosso incendio sviluppatosi il 19 luglio 2019 in via Medici, appreso che in un’abitazione adiacente alla casa in fiamme si trovava un anziano in pericolo a causa dell’intenso fumo e della presenza di varie bombole di gas, non esitavano ad irrompere all’interno dell’abitazione e trasportare fuori l’anziano, salvandogli così la vita”. Al commissario Salvatore Biondo, al sovrintendente capo Valesco Mendolia ed all’assistente capo Carmelo Brugaletta perché “con un’articolata attività d’indagine, il 22 ottobre 2019 individuavano e sottoponevano alla misura del fermo di indiziato di delitto, il responsabile di una violenta aggressione in centro città ai danni di una giovane donna”. Per la Capitaneria di porto encomi al secondo capo Scelto Marco Caci, al secondo capo scelto Giovanni Saura, al sottocapo di 1^ classe Domenico Chirco, al sottocapo Francesco Basile perché “L’equipaggio della Motovedetta CP 719, nella notte del 10 luglio 2019, a seguito di un incendio nella riserva naturale orientata dello Zingaro, nonostante le condizioni meteo marine avverse, con vento che soffiava oltre i 50 Km/h, dalle acque antistanti il villaggio di “Calampiso” riusciva ad evacuare 35 persone, tra donne e bambini, trasportandole nel più vicino porto di San Vito Lo Capo”. Encomio al tenente Lorenzo Cerrito per la Tenenza della Guardia di Finanza di Alcamo “impegnata su più attività portate avanti con successo per competenza e grande professionalità, garantendo la sicurezza economico-finanziaria del territorio a tutela di tutti i cittadini onesti e rispettosi delle regole. Encomio “Ai Vigili del Fuoco del Comando di Trapani per i continui interventi sul territorio. del dovere”. Ricordato l’ispettore Gianni Gervasi. Presenti il questore e i comandanti provinciali di carabinieri, guardia di finanza, forestale e capitaneria di porto.