Castellammare, assessorato a un uomo di Scilla. Nominato Leonardo D’angelo

Alla fine la lunga disfida per accaparrarsi la quinta poltrona assessoriale della giunta Rizzo, se la è aggiudicata Toni Scilla, proprio il coordinatore provinciale di Forza Italia. Niente da fare quindi per Bernardo Stabile dell’area Piero Russo e nemmeno per Felice Catanzaro sospinto dal dirigente alcamese Peppe Parrino. Il nuovo assessore della giunta castellammarese sarà infatti Leonardo D’Angelo, uomo di strettissima fiducia di Toni Scilla che alle amministrative del 2018 lo ha voluto candidare al consiglio comunale nella lista “Oltre con Rizzo”. D’Angelo ha raccolto 108 voti senza risultare eletto. Adesso è invece arrivata la nomina di assessore e questa mattina si è svolta la cerimonia di insediamento con tanto di giuramento e firma delle deleghe. Leonardo D’Angelo, geometra di 45 anni, libero professionista, quinto assessore della giunta municipale guidata da Nicola Rizzo, si occuperà di Agricoltura e Pesca, Verde pubblico, Manutenzione stradale, Manutenzione rete idrica e fognaria, protezione civile. Quest’ultima delega era appannaggio di Vincenzo Abate, avvocato penalista, esponente di Diventerà Bellissima, nominato assessore il 30 luglio scorso dopo l’uscita dalla giunta, per impegni di lavoro, dell’avvocato Giacomo Frazzitta. Con il neo assessore Leonardo D’Angelo e con Vincenzo Abate l’attuale giunta è composta anche dal vicesindaco Giuseppe Cruciata, anche lui di Diventerà Bellissima,  Enza Ligotti e Maria Tesè.