Castellammare, Alcamo e Balestrate. 20 km di mare ancora senza bagnini

Spiagge libere senza bagnini, almeno fino al prossimo week-end. Niente vigilanza a mare, quindi, non soltanto ad Alcamo Marina ma anche a Balestrate e Castellammare del Golfo. Per un’altra settimana almeno, in circa 20 chilometri di litorale, sarà ancora “vietato annegare”. Ironia a parte ogni anno le cose vanno sempre peggio.

I tre comuni confinanti sembra che non siano a conoscenza che la stagione balneare cominci già nel mese di giugno. Comprensibili le difficoltà, soprattutto economiche a coprire anche quel periodo ma è assolutamente inconcepibile non riuscire a programmare il servizio dei bagnini fin dal primo di luglio. Quest’anno invece, bene che vada, le spiagge e il mare saranno vigilati da sabato prossimo 11 luglio.

L’Associazione Nazionale Salvamento, d’intesa con i due comuni limitrofi, ha quasi definito un piano che prevede la diminuzione delle postazioni. A Castellammare, fra spiaggia Playa e Guidaloca, le postazioni scenderanno a 3 fisse e una su gommone attrezzato. Ad Alcamo Marina da 6 si passerà a 4 più sempre la postazione mobile su gommone.

C’è carenza di bagnini anche e soprattutto perché il covid ha bloccato la formazione e non consentito il completamento dei corsi. Bisogna quindi fare buon viso a cattivo gioco. C’è comunque da vedere quali tratti della lunga spiaggia libera alcamese rimarranno senza torretta e senza vigilanza. Già da oggi, comunque, l’associazione ha cominciato l’installazione delle postazioni di controllo.

Se Alcamo e Castelammare non sono riusciti a programmare per tempo un servizio importantissimo, capace di salvare vite umane, Balestrate non è stata da meno. L’amministrazione Rizzo stavolta non può vantarsi di avere anticipato tutti gli altri comuni della zona. Nella cittadina marinara, infatti, l’avviso pubblico scade soltanto domani e pare che ci sia stata la presentazione dell’offerta almeno da parte di un’associazione. Se così fosse anche sul mare balestratese i bagnini entreranno a regime non prima del prossimo fine-settimana.

Bisognerà però correre davvero contro il tempo e sperare che non ci siano intoppi. L’avvio della vigilanza, sulle coste appartenenti ai tre Comuni, che sul Golfo sorgono uno dietro l’altro, non é detto che avvenga fra sabato e domenica prossimi. In questo caso i rischi di fare il bagno senza vigilanza potrebbero andare avanti per un’altra settimana nella speranza che il buon Dio vigili dall’alto e si affidi anche al coraggio di alcuni soccorritori.