Carini: i carabinieri arrestano una banda di cinque rapinatori.

Arrestai a Carini una banda id 5 rapinatori che giovedì scorso hanno aggredito e rapinato una donna di 67 anni che vive da sola con la madre di 90anni.

Il colpo è stato pianificato ad opera della collaboratrice famigliare, una ragazza minorenne, che da qualche mese lavorava a casa delle due vittime.

La ragazza si recava nell’appartamento di Villagrazia di Carini tre volte alla settimana per svolgere piccoli lavori domestici, e col passare del tempo aveva notato che quelle donne – anziane e quasi sempre sole a casa – avevano la disponibilità di un discreto quantitativo di oggetti d’oro.

Coinvolti quindi altri 4 complici , la sua amica ed i rispettivi fidanzati, i quali all’orario convenuto di lavoro di G.R. sono entrati nell’abitazione aggredendo la 67enne , spintonandola e facendola cadere a terra. ALAMIA – il più robusto dei tre – l’ha bloccata a terra col proprio peso, tappandole la bocca con una mano e puntandole un coltello alla gola. Gli alti due nel frattempo, seguendo le indicazioni di G.  r. , si sono introdotti nella stanza da letto dandosi al saccheggio, trafugando orologi, bracciali, orecchini e collane per un valore complessivo di circa 2000 Euro.

Il tutto è durato poco più di due minuti, al termine dei quali i tre malviventi si sono dati alla fuga. Immediatamente sono intervenuti sul posto i Carabinieri della Compagnia di Carini. Che hanno sospettato sin da subito su G. r. : troppo rapide le modalità d’azione dei rapinatori, troppo sicuri nel prendere di mira la sola camera da letto e poi, visionando le immagini di un impianto di sorveglianza limitrofo, si è notato uno “strano scambio” di parole tra G. r. e l’ABBATE  Messa alle strette, ben presto la ragazza è caduta in contraddizione, rendendo palese il proprio coinvolgimento e quello degli altri complici. Dalla perquisizione a casa dei complici è stato trovato il coltello utilizzato nella rapina.

Tutti e cinque sono stati quindi ristretti in stato di arresto, e tradotti presso i vari istituti di custodia competenti. Le ricerche hanno permesso di rinvenire la quasi totalità della refurtiva, che è stata immediatamente restituita alle due donne.

 

headed toward Rome
woolrich outlet Minju Kim collection now available at H stores

Tech stocks the next bull rally
burberry scarfHighlights from the Timo Weiland men