Carceri sovraffollate e aumento suicidi. Radicali e fondazione ‘Gulotta’ visitano Trapani e Castelvetrano

Anche in provincia di Trapani la campagna di verifica dello stato dei diritti della popolazione carceraria e di informazione organizzata dal Partito Radicale e dal DAP.  Ieri e oggi una delegazione guidata dall’avv. Baldassare Lauria,  Donatella Corleo, Roberta Gancitano e  Lucrezia Lauria, hanno visitato le carceri di Castelvetrano e Trapani.
“Mai come quest’anno abbiamo raccolto centinaia di segnalazioni da parte dei detenuti e degli operatori penitenziari sull’inadeguatezza delle strutture carcerarie ad assicurare il rispetto dei diritti fondamentali del detenuto, L’ormai atavico problema del sovraffollamento, il deficit di organico della polizia penitenziaria e l’insufficienza dei servizi di supporto dei programmi di rieducazione e risocializzazione del condannato rendono le carceri italiane luoghi di sola sofferenza. Siamo fortemente preoccupati dell’elevato numero di suicidi, anche di giovani detenuti, che stanno caratterizzando il 2022”. Lo ha dichiarato l’Avv. Baldassare Lauria direttore della fondazione Giuseppe Gulotta.
L’iniziativa del partito radicale si inserisce nel più ampio programma di proposta politica per la riforma del sistema penitenziario italiano attraverso la drastica riduzione de ricorso alla detenzione nei penitenziari soprattutto di natura cautelare.