Car sharing, servizio attivato ad Alcamo e Castellammare

0
363

Diventa realtà ad Alcamo e Castellammare del Golfo il car sharing, l’innovativo ed ecologico mezzo di trasporto che consente l’utilizzo di un’auto in forma condivisa ed a prezzi convenienti. Ieri l’inaugurazione del servizio che ha visto al volante, come primi assoluti guidatori, i sindaci dei due paesi, per Alcamo Sebastiano Bonventre e per Castellammare del Golfo Nicola Coppola. Il servizio è gestito dall’Amap ed il suo funzionamento è abbastanza semplice. In pratica si può utilizzare quest’auto, posteggiata in parcheggi definiti, e raggiungere qualsiasi meta posteggiando il mezzo anche in altre città purchè sempre negli spazi destinati al car sharing. Oltre ad esserci aree di sosta ad Alcamo e Castellammare del Golfo sono state previste anche negli aeroporti di Palermo e Trapani in modo che chiunque, turista o viaggiatore, possa raggiungere lo scalo in comodità e senza l’assillo di cercare un posteggio a carissimo prezzo. Quattro i modelli di auto messi a disposizione tra Alcamo e Castellammare: Skoda, Polo, Golf, Touran e Fiat 500. A seconda del modello cambiano leggermente le tariffe che sono particolarmente convenienti. Anzitutto bisogna essere muniti della relativa card per potere usufruire del servizio. Non bisogna dare alcuna cauzione e si può scegliere anche di poterne usufruire attraverso degli abbonamenti. In quest’ultimo caso si va da 40 a 200 euro, dopodichè c’è la tariffa oraria: si va dai 2 euro ai 2,70 nell’orario compreso tra le 7 e le 22, dopodichè l’orario notturno varia da 70 a 90 centesimi. Per quanto concerne la tariffa chiloemtri per chi percorre sino a 100 chilometri paga da 40 a 47 centesimi l’ora, sino a 200 chilometri da 32 a 36 centesimi ed oltre queste fasce da 25 a 30 centesimi. Poi sono previste le tariffe speciali per chi affitta il mezzo per uno o più giornate. Oltre al vantaggio economico il car sharing permette di potere entrare all’interno delle zone a traffico limitato senza limite di targhe alterne, non si paga il ticket nelle strisce blu con prenotazione gratuita su internet ed app per smartphone. Ieri i sindaci di Alcamo e Castellammare del Golfo hanno utilizzato il mezzo partendo da piazza Ciullo. L’iniziativa è promossa dal ministero dell’Ambiente e si inserisce all’interno del marchio nazionale “Io guido”. Il Car sharing è inteso come alternativa all’uso del veicolo privato e prevede la condivisione di un parco auto a basso impatto ambientale per un utilizzo limitato al tempo strettamente necessario. Il progetto si pone all’interno delle politiche di mobilità sostenibile coordinate dal Mobility Manager d’area del Comune di Alcamo, Francesco Amodeo, che ha già èportato avanti altri progetti come l’attivazione della Ztl, il servizio Pedibus per le scuole primarie, e il servizio di Bike Sharing intermodale.