Calcio giovanile – Alcamo, Milan e Inter le favorite al Torneo «Costa Gaia»

Dopo le disfatte dell’Italia ai campionati del mondo in Sudafrica e in Brasile si fece un gran strepitare sulla necessità di promuovere e sostenere le società che si occupano dei giovani. Tutto rimase come prima anche perché oggi i procuratori sono talmente potenti che muovono come pedine giocatori sia affermati che militanti in settori giovanili. Già da qualche mese, sia  prima che dopo l’eliminazione dell’Italia dal campionato del mondo, la valorizzazione dei giovani è diventata di moda nei salotti televisivi e sui giornali. Tra qualche giorno non se ne parlerà più perché in Italia si fa quasi sempre teatrino mentre dovrebbe prendere esempio dalla Germania, che 20 anni fa creò le accademie di calcio giovanile con i risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti. In Italia, gattopardescamente si può dire che tutto cambia per restare come prima. Così i potenti procuratori continueranno a portare bastimenti di stranieri in Italia  togliendo spazio ai giovani della nostra nazione. Un esempio? Il 35 per cento dei giovani che partecipano ai campionati Primavera, sono stranieri. Pertanto realisticamente si può affermare che il cancro die problemi del calcio italiano difficilmente potrà essere guarito. Intanto società giovanili, note non solo in Italia, ma anche all’estero continuano,  con impegno e abnegazione a portare avanti i loro progetti con i giovani. Una delle eccellenza italiane è l’Adelkam Alcamo che sta già preparando la 31^edizione del Torneo internazionale di calcio giovanile “Costa Gaia” e al Catella tra Milan e Inter potrebbe disputarsi il derby il prossimo sei gennaio. Milan e Inter, infatti, sono le squadre favorite per la vittoria finale alla 31^ edizione del torneo internazionale di calcio giovanile “Costa Gaia”. La categoria è quella dei Giovanissimi (classe 2005) ma la rivalità tra rossoneri e nerazzurri si proietta anche nei campionati giovanili. Milan e Inter, club tra i più blasonati d’Italia, hanno dato la loro adesione alla partecipazione di questa prestigiosa manifestazione, conosciuta in Italia e all’estero. Oltre a questi due club di serie A anche la Spal, neopromossa nella massima serie, ha comunicato che dal 2 al 6 gennaio con i “Giovanissimi” prenderà parte al torneo. Ci saranno chiaramente Palermo, Catania, Messina e Trapani. L’Adelkam attende la conferma del Torpedo Mosca, che ha vinto il torneo due anni fa. La macchina organizzativa dell’Adelkam, diretta da Gaetano Lo Monaco gira a pieno volume. Alti i costi della manifestazione: alle squadre di serie A si deve pagare tutto: vitto, alloggio e biglietti aerei. E mentre si parla, dopo la disfatta dell’Italia, di incentivare i settori giovanili, per gli arbitri della Figc, il costo per la società dell’Adelkam è molto gravoso e si aggira sui 5 mila euro. Per l’edizione 2018 il “Costa Gaia” si avvarrà della compartecipazione e del contributo del Comune, perché l’amministrazione Surdi, nel piano di valorizzazione dei beni culturali e ambientali, intende appoggiare il “Costa Gaia”, unica manifestazione  in grado di fare arrivare in città migliaia di persone, riempire gli alberghi con un  giro economico per tante attività locali. Insomma un veicolo per il buon nome della città di Alcamo per la cui programmazione Gaetano Lo Monaco ha già avuto diversi incontri col sindaco Domenico Surdi e con l’assessore allo Sport Vittorio Ferro. Ci sarà ancora lo storico sponsor la “Conad” che crede e appoggia le manifestazioni dove i protagonisti sono i giovani. Ma la novità della 31^ edizione è il contributo al torneo del Milan, che ha affidato all’Adelkam il Centro tecnico regionale per l’attività dei giovani. La presentazione avverrà il 4 dicembre presso la Cittadella die giovani. La data è stata spostata di alcuni giorni per dare la possibilità di essere presente lo staff tecnico giovanile del Milan, di ritorno da un torneo in Cina. Ad Alcamo verranno alla presentazione del Costa Gaia, Filippo Galli, responsabile del settore giovanile del Milan che per 13 stagioni indossò, come difensore, la maglia rossonera vincendo 5 scudetti, tre Coppe campioni, due Coppe intercontinentali e tre Super coppe europee. E’ stato vice allenatore del Milan assieme a Mauro Tassotti. Galli verrà assieme ad Angelo Carbone centrocampista del Milan, voluto da Arrigo Sacchi, col quale vinse uno scudetto e una Coppa di campioni. La massiccia presenza milanista ad Alcamo è la conseguenza dei buoni rapporti istauratisi dopo la disponibilità dell’Adelkam al tesseramento in rossonero del giovane gioiellino Gabriele Alesi. Saranno presenti Dario Baccin, ex responsabile del settore giovanile del Palermo, è oggi con incarichi di grande responsabilità nell’Inter e Sandro Porchia responsabile del settore giovanile del Palermo, oltre a tanti tecnici di varie società.  Prevista la partecipazione di oltre 250 squadre.