Calcio-Eccellenza, l’Alba Alcamo affronta il Licata a Castellammare

 

Riccardo Chico, allenatore dell’Alba Alcamo sarà costretto a vedere dalla tribuna la partita contro il Licata, in programma domani con inizio alle 15,30 allo stadio di Castellammare. Il mister bianconero è stato squalificato sino a giorno venti. Mancheranno anche  Di Miceli, appiedato per due turni e Palazzolo, squalificato per una giornata. I provvedimenti del giudice sportivo sono la conseguenza di una serie di episodi verificatisi domenica scorsa a Castelbuono, società che ha avuto squalificati due dirigenti. Per un risentimento muscolare mancherà anche Picone. Tre pedine importanti da sostituire per la gara contro il Licata, la prima di due partite casalinghe, si fa per dire poichè all’Alcamo puntualmente da diversi anni si ripresentano i problemi dell’indisponibilità dello stadio “Catella”. Domenica 25 settembre derby tra Alba Alcamo e Marsala. Quella di domani contro il Licata è una gara difficile ma l’Alcamo ha un organico in grado di stazionare ai piani altissimi della classifica. Domani biglietto di ingresso di 8 euro, sei per ragazzi e pensionati. Arbitrerà  Fabrizio Ramondino di Palermo. La società, presieduta da Baldo Marchese, ha anche fissato i pressi dell’abbonamento: 60 euro per 14 partite. Gli abbonamenti si potranno acquistare presso il Bar Gerratana, Tabaccheria Filippi di corso dei Mille e  Le Mille di via Gaetano Martino. Per quanto tempo l’Alcamo sarà costretto a girovagare? Difficile fare previsioni per il ritorno al Catella, dove sono state avviate le cure per il manto erboso, ma dove persistono gravi problemi come lo stato di degrado in cui si trovano i servizi igienici. Una vera e propria indecenza. Intano il gruppo consiliare di Abc ha presentato un’interrogazione al sindaco  per conoscere quali provvedimenti si intendono adottare per rendere fruibile il Catella, se è stata valutata la possibilità di una convenzione con la società per la gestione dell’impianto sportivito. E infine a che punto è l’iter del progetto per realizzare il manto in erba sintetica con fondi del Coni. Con un campo in erba sintetica si risolverebbe non solo il problema dell’Alba Alcamo, ma anche quello di diverse società alcamesi impegnate in vari campionati. Intanto si continua ad emigrare a Castellammare del Golfo.