Calcio-Eccellenza: Alba Alcamo, vertice per la programmazione

Una riunione  dell’intero staff dell’Alba Alcamo per definire ruoli in vista del prossimo campionato d’Eccellenza dove saranno impegnati i bianconeri, essendo sfumate, ma si trattava più di discussioni che altro, le possibilità di essere ripescati in serie D.  La riunione dovrebbe essere convocata al più presto dal presidente Baldo Marchese perché da oggi al 17 luglio la società ha la possibilità o meno di procedere agli svincoli di giocatori. Ma quale sarà l’Alba Alcamo per il prossimo campionato? Ancora tutto è in alto mare ma occorre iniziare a stringere i tempi se c’è la volontà di perseguire obiettivi ambiziosi. Presto dovrebbe essere presentato il nuovo allenatore. Si tratta di Giuseppe Guida, che lo scorso anno ha allenato una squadra di Promozione e che firmerà il contratto per sedere sulla gloriosa panchina bianconera. “Giuseppe Guida è stato ingaggiato – dice il presidente Baldo Marchese – anche per la sua competenza nel lavorare coi giovani”. E a proposito di giovani l’Alcamo è obbligata dai regolamenti federali a predisporre una squadra juniores. Ciò non vieta di partecipare anche a campionati come quelli dei Giovanissimi e degli Allievi. Intanto lunedì prossimo, il Comune sta agendo con tempestività dopo l’incontro che Marchese e Milotta hanno avuto col sindaco Domenico Surdi, poiché lunedì prossima una ditta specializzata eseguirà un sopralluogo per verificare le condizioni del manto erboso. La manutenzione di un manto erboso ha alti costi di gestione e necessita  di alta specializzazione. Gli stadi in manto erboso vanno utilizzati solo per le partite ufficiali, altrimenti si tratta di soldi spesi a vuoto. L’Alba Alcamo si allena spesso al Sant’Ippolito ma a causa delle ridotte dimensioni dello stadio non può studiare efficacemente gli schemi di gioco. Intanto si attende la programmazione della società bianconera e anche i lavori di manutenzione degli spogliatoi e gabinetti dello stadio Catella, questi ultimi da altre un anno in stato di abbandono. Per quanto riguarda l’organico, composto la scorsa stagione da 23 giocatori, ancora tutto in alto mare per arrivi e partenze.