Calcio, Castellammare battuto in casa. L’Alcamo impegna la capolista e colpisce due legni

Il Castellammare gioca una buona gara interna contro il Marineo ma è costretto a cedere l’intera posta in palio ai palermitani che anzi, nel finale, hanno pure ottenuto il raddoppio. Biancorossi che restano quindi al terzo posto e azzurri castellammaresi che, nel giro di poche giornate, sono scivolati da una terza piazza molto vicina alla vetta all’attuale nona a dieci punti dal primo posto e con sei di vantaggio dai play-out. In Eccellenza torna a vincere il Mazara. Uno a zero in casa del Monreale, che ha messo in panchina un tecnico d fama, Manuele Domenicali, che ha un curriculum di tutto rispetto tra i professionisti. Sconfitta in casa, invece, la Mazarese dalla capolista Akragas mentre il Marsala perde nettamente lo scontro salvezza sul terreno del Casteltermini.

In promozione l’Alcamo non sfigura al cospetto della capolista Resuttana San Lorenzo, squadra costruita con il ben preciso obbiettivo di ottenere il salto in Eccellenza. Gara equilibrata, ben giocata da entrambe le squadre, ma che nel finale, con un pizzico di fortuna in più, poteva benissimo arridere ai padroni di casa. L’Alcamo infatti ha colpito la traversa, al venticinquesimo della ripresa, con un bolide da lontanissimo di capitan Vincenzo Di Giuseppe e poi, una decina di minuti dopo, è stato il 19enne Faraci a far stampare il pallone sul palo alla sinistra del portiere ospite. Bianconeri che restano quindi a sette punti dalla vetta, a sei dal secondo posto e a quattro dal terzo.

Fra le squadre di vertice perde il Fulgatore, uno a zero, sul campo del Casteldaccia mentre la Folgore, vincendo il derby con il San Vito Lo Capo, scavalca l’Alcamo e sale a quota 16. In coda vittoria secca del Partinicaudace, due a zero sul Castelbuono, mentre il Carini ha pareggiato sul terreno del fanalino di coda Villabate.