Birgi, a vuoto l’appalto per assegnare 22 rotte

0
188

Sembra proprio che nessuno voglia più volare da e verso l’aeroporto di Trapani Birgi. Anche il terzo tentativo di assegnare 22 rotte è andato a vuoto. Il bando, prevede il finanziamento di oltre undici milioni di euro della Regione è fallito. Nessuno ha infatti risposto alla chiamata del Comune di Marsala, ente capofila, per aggiudicare con procedura negoziata i servizi di promozione turistica (voli da e per varie città italiane e straniere) non assegnati nella prima gara d’appalto per mancanza di offerte. Dopo un secondo bando al quale avevano risposto due compagnie aeree e un’azienda ma senza le necessarie documentazioni nessuna offerta è stata presentata da parte di compagnie aeree al termine ultimo fissato per sabato scorso per assegnare i “lotti” non aggiudicati (22 voli) con la procedura negoziata. Nella gara d’appalto già espletata i lotti assegnati furono soltanto tre. il Comune di Marsala aveva invitato alla procedura negoziata 31 operatori economici. L’ufficio stampa del Comune di Marsala, con una nota, fa sapere che “nessuno ha presentato offerte per le tratte da Birgi”. E per questo il sindaco Alberto Di Girolamo si è detto “profondamente rammaricato”. Aggiungendo: “Mi sono già sentito con i funzionari regionali e con l’Airgest e nei prossimi giorni vedremo in che modo agire considerato che l’aeroporto di Birgi deve essere rilanciato a sostegno dell’economia del nostro territorio”. Il Comune di Marsala era la stazione appaltante responsabile della procedura negoziata per l’importo complessivo di oltre 11 milioni e 100 mila euro, totalmente finanziato dalla Regione Siciliana. Con Marsala, all’accordo di collaborazione hanno aderito anche i Comuni di Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi Segesta, Campobello, Custonaci, Castellammare, Favignana, Paceco, Salemi e Valderice. L’aeroporto sembra inesorabilmente avviato verso il declino con gravissimi danni economici per il turismo e passeggeri del Trapanese.