Basket, Libertas addio alla C Silver. Società chiede riposizionamento in D

Dopo tre stagioni in S Silver con buoni risultati e con la ‘ricostruzione’ di quell’entusiasmo per il basket che, ad Alcamo, era quasi sopito, la Libertas Alcamo ha deciso di chiedere il gradino più basso esternando la volontà di partecipare alla serie D. L’ultima volta, nella stagione 2016/2017, arrivò una trionfale promozione al termine di una ‘finalissima’ che portò al ‘PalaTreSanti’ circa 1.500 spettatori.

La società affidata alla regia del duo Paglino-Chimenti paga probabilmente la gravissima crisi economica che ha coinvolto tantissime aziende locali, molte delle quali, chi più e chi meno, contribuiva al costoso campionato di serie C con varie sponsorizzazioni. Insomma meglio ripartire dalla D e rimettere in sesto il ‘pregresso’.

La scelta, però, si basa anche su altre fondamenta. Partecipare al campionato inferiore, pur sempre un torneo regionale con lunghe trasferte fino a Messina, darà la possibilità ai talenti del vivaio di trovare spazio in prima squadra, magari sotto le ali di un paio di ‘chioccie’. Tanti i giovani cestisti che stanno già riscaldando i motori e che lo scorso anno fecero benissimo in tutti i campionati giovanili, dall’under 13 e fino all’under 18.

La Libertas vuole quindi rimanere polo attrattivo del territorio per quanto riguarda il basket maschile. D’altro i suoi giovani provengono, oltre che da Alcamo, da Calatafimi, Partinico, Balestrate e Castellammare del Golfo. Alla guida della prima squadra appare pressocché certa la riconferma di coach Vincenzo Ferrara.