Barca esplode appena fuori dal porto di Castellammare, elisoccorso per elettrauto alcamese ustionato

a sinistra il motoscafo danneggiato dall'esplosione

Tragedia sfiorata, nel primo pomeriggio di oggi, al porto di Castellammare del Golfo. Intorno alle 15 una fortissima esplosione ha creato il panico anche fra i clienti dei locali che sorgono lungo la cala marina. Un elettrauto alcamese di 32 anni che era a bordo di una barca, sembra di proprietà di un palermitano, è rimasto ferito ma è riuscito a salvarsi gettandosi prontamente in mare. Il giovane è stato quindi raggiunto, ma non colpito in pieno, dalle fiamme causate dall’esplosione avvenuta mentre l’imbarcazione era appena uscita fuori dal porto.

Sul posto sono arrivate due ambulanze del 118, i carabinieri, la polizia municipale e i militari del Ufficcio Marittimo Locale. I sanitari hanno quindi allertato la centrale operativa che ha inviato l’elisoccorso. Il velivolo è atterrato allo stadio ‘Matranga’, ha caricato il trentaduenne alcamese ed ha raggiunto l’ospedale ‘Civico’ di Palermo. L’uomo non è assolutamente in pericolo di vita, la sua prontezza nel gettarsi in acqua lo ha salvato. Per lui ustioni in diverse parti del corpo, le più serie alle gambe e ai piedi.

Nessun altro è stato coinvolto nell’esplosione che per fortuna si è verificata quando il motoscafo si era già allontanato dai pontili. In caso contrario il bilancio sarebbe potuto essere davvero tragico. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri. Si cerca di capire cosa possa avere causato la forte deflagrazione e quindi le fiamme.