Bambini, calore e solidarietà. Alunni si mobilitano e Alcamo risponde alla grande (VIDEO)

Più di mille euro raccolti, in una bancarella natalizia allestita in piazza Ciullo, in un paio di pomeriggi. Gli alcamesi hanno un grande cuore, diventato probabilmente ancor più grande alla luce di questo unico e difficilissimo periodo capace anche di alimentare vicinanza e solidarietà. D’altro canto, di fronte all’entusiasmo genuino e all’impegno di piccoli bimbi di appena 10 anni, alunni della quinta B della ‘San Giovanni Bosco’ di Alcamo, non poteva farsi diversamente.

L’iniziativa di mettere in vendita oggetti e giocattoli è stata realizzata per aiutare un compagnetto di classe che, per queste festività, è tornato in nord-Africa a trovare i parenti. La scuola offre, a chi non può comprarlo, il tablet per la didattica a distanza ma in comodato d’uso e dopo una procedura che necessita di qualche tempo. Compagni di classe, genitori e maestre hanno quindi raccolto i fondi per comprare la strumentazione necessaria e regalarla al bambino.

Il contributo degli alcamesi è stato però così elevato che sono state anche messe assieme ulteriori somme in grado di acquistare altri due tablet oltre che giocattoli e peluche. Tantissimi gli alcamesi che hanno comprato qualcosa in quella bancarella o che hanno messo la loro offerta in quella scatola magica davanti agli occhi entusiasti e sorpresi degli alunni della quinta B. Un’iniziativa nata per caso ma nel vero spirito di quello che dovrebbe essere il Natale: donare agli altri piuttosto che dar luogo a un consumismo talvolta inutile. E poi, quando di mezzo c’è il cuore e l’entusiasmo dei più piccoli, i risultati
non possono che arrivare.