Balestrate, firmato contratto per lavori alla materna “Mattarella”. Dureranno meno di un anno

È stato firmato oggi il contratto fra il Comune di Balestrate e l’ ATI tra la capogruppo Alcal di Licata el’ impresa mandante Cogemat di Trapani per i lavori di ristrutturazione e miglioramento sismico della scuola materna Mattarella, quella che sorge nei locali che fino a qualche anno fa erano utilizzati dalla polizia municipale. Nell’istituto scolastico saranno anche realizzate opere per il miglioramento del’efficentamento energetico. Saranno infatti sostituiti tutti i corpi illuminanti del plesso scolastico mentre al posto dei vecchi inifssi in alluminio saranno collocati quelli in REI. Sul tetto della scuola sarà anche allestito un impianto fotovoltaico da 10 kilowatt.

I lavori, finanziati dal Ministero degli Interni poco più di un anno fa nell’ambito dei fondi sull’eliminazione dei rischi sismici, prevedono un importo di circa 1.500.000 di euro. Le opere saranno avviate entro la fine di giugno e dureranno circa 10 mesi. Il capitolato d’appalto prevede 235 giorni lavorativi per completare l’intervento alla scuola Mattarella, decorrenti dalla data di consegna dei lavori.

“L’elenco dei lavori pubblici avviati e da avviare – ha detto con soddisfazione il sindaco Vito Rizzo – è davvero lungo ed importante. Stiamo sfruttando tutte le opportunità per far ripartire la nostra Balestrate. Il lavoro è l’unico motore della ripresa – ha concluso il primo cittadina balestratese”. Recentemente il centro marinaro può anche avvalersi di un’altra scuola ammodernata. Si tratta della Principe Napoli il cui recupero è stato festeggiato nei primi giorni dell’anno in corso.