Balestrate-Ex Conchiglia, i matrimoni da oggi a pagamento

BALESTRATE. Entrano in vigore le tariffe per l’utilizzo dell’Ex Conchiglia, oggi denominata “Villa Europa”. Chi vorrà sposarsi qui dovrà sborsare 300 euro. Così ha stabilito la giunta guidata dal sindaco Totò Milazzo in un’apposita delibera, aumentando la cifra che era stata proposta dall’ufficio che stabiliva in 200 euro la quota per celebrare matrimoni. Nelle scorse settimane la stessa amministrazione comunale aveva varato un altro provvedimento in cui per l’appunto si stabiliva di autorizzare la celebrazione delle nozze presso “Villa Europa”, appena inaugurata dopo 13 anni di chiusura. Sempre secondo quanto stabilito dal governo cittadino i matrimoni civili potranno svolgersi dentro la villa esclusivamente dal lunedi al venerdi, dalle ore 9 alle 12, ed il mercoledi anche dalle 16 alle ore 18. Con questo atto l’amministrazione comunale ha dato vita ad un primo importante passo che consentirà di uscire fuori dalle “fredde” mura del palazzo di città per potersi unire in matrimonio. Nello specifico il governo di città ha stabilito di istituire un ufficio separato al di fuori della casa comunale presso l’ex Conchiglia, atto necessario per la celebrazione dei matrimoni. L’amministrazione ha fatto leva, nell’approvare tale provvedimento, ad un parere dato lo scorso anno dal Consiglio di Stato che si è espresso favorevolmente nell’ammettere la celebrazione del matrimonio in luoghi esterni, che rientrino nella disponibilità giuridica del Comune purché stabilmente destinate alle celebrazioni. Villa Europa ha soppiantato quello che un tempo era un luogo magico e che per decenni è stato punto di riferimento di giovani e adulti dell’intera Sicilia occidentale prima della sua chiusura, per l’appunto la Conchiglia che era luogo di concerti e poi trasformato in discoteca. Oggi quest’area è stata trasformata in una villa con bar. A gestirla la ditta alcamese Sorrentino che si è aggiudicata l’appalto indetto dal Comune.