Balestrate-Affidata gestione porto, nel 2016 attivi 300 posti barca

0
373

Firmato l’atto di concessione ventennale per la gestione del porticciolo turistico di Balestrate. Questa mattina l’accordo raggiunto tra la Marina di Balestrate e la Regione con la firma che arriva in calce al verbale di consistenza dell’infrastruttura, la quarta nel suo genere in Sicilia per ampiezza. Si completa in questo modo l’infinita trafila burocratica che si trascinava oramai dal 2004, anno in cui si affidava alla Marina di Balestrate il bando per la gestione del porto. Da allora è stato un susseguirsi di pastoie burocratiche.
Secondo uno studio presentato questa mattina all’Hotel marina Holiday di Balestrate il giro d’affari con l’attivazione a pieno regime del porto sarà all’incirca di 10 milioni di euro l’anno. Subito saranno investiti un milione di euro dalla stessa società di gestione per rimettere in sesto tutte le aree vandalizzate, per l’attivazione dei servizi indispensabili come l’allaccio idrico ed il rifornimento carburante e per la complessiva messa in sicurezza.
Alla Regione spetterà invece la messa in sicurezza del costone in parte franato all’ingresso del porto e la sistemazione di parte dei fondali insabbati. Si parla di almeno 150 nuovi occupati che potranno essere creati, tra diretti e indiretti, nel momento in cui il porto sarà reso del tutto fruibile. Un’infrastruttura di ben 640 posti barca, di cui 550 per diportisti ed altri 90 adibiti esclusivamente per la pesca professionale. Affidamento della gestione che arriva contemporaneamente all’apertura della strada di accesso al porto. Anche qui le sofferenze burocratiche non sono mancate per un investimento pari a 2 milioni di euro. Ora già si comincia a parlare della prossima stagione e quindi della necessità di determinare anche le tariffe per l’attracco delle barche. Lavoro su cui si sta anche concentrando il Movimento cittadino porto, sorto qualche anno fa proprio per monitorare da vicino la situazione attorno all’infrastruttura portuale.