Alcamo:a Monte Bonifato una casa arcaica

    Resti di un’abitazione addirittura di 7 secoli prima della nascita di Cristo. Monte Bonifato ad Alcamo si riscopre un sito archeologico di enorme interesse, forse anche uno dei più importanti potenzialmente nel panorama siciliano e nazionale. A guardare da vicino queste straordinarie scoperte questa mattina gli studenti delle scuole medie e superiori della città che questa mattina hanno fatto visita al sito dove sono stati effettuati gli scavi nell’ambito della decima edizione delle Giornate Nazionali di Archeologia Ritrovata. Si tratta del primo della due giorni di archeotrekking, sostenuto con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Un’iniziativa promossa dal Gruppo Archeologico Drepanon, che ha realizzato gli scavi in collaborazione con la Sovrintendenza, in collaborazione con l’Ati Vivilbosco, che gestisce i servizi della riserva di Monte Bonifatp. Il Drepanon ha diretto gli scavi dal 2007 al 2010 portando al rinvenimento di numerosi reperti di ceramiche protostoriche, considerati di grande interesse archeologico e presentati alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum. Attualmente gli scavi archeologici effettuati a Monte Bonifato sono 6. In 4 sono stati rinvenuti reperti dell’età medioevale mentre in due sono stati scoperti i resti degli insediamenti risalenti all’età arcaica. Tra le rovine celate sotto il terreno della montagna, nello scavo più ampio ed importante, è stata rinvenuta una casa arcaica risalente al VI°-VII° secolo avanti Cristo, la più importante tra le scoperte fatte:

    Una struttura abitativa che possiede caratteristiche uniche che non sono presenti nemmeno nel sito archeologico di Segesta. Monte Bonifato custodisce quindi un valore archeologico e naturalistico immenso. Tra le tante altre scoperte fatte anche diversi reperti di cocci di ceramica e bronzo custoditi in teche conservate all’interno del museo Baglio Anselmi di Marsala. Diversi anni fa il Drepanon fece richiesta al comune di trovare un accordo con la Sovrintendenza per far spostare questi reperti al Collegio dei Gesuiti di Alcamo ma ancora ad oggi nulla si è mosso:

    L’organizzazione delle giornate dell’archeologia a Monte Bonifato hanno lo scopo di trasmettere agli studenti l’importanza di questi scavi. Domani si chiude la due giorni con il sopralluogo della Sovrintendenza e del Comune.