Alcamo, volantinaggi e deposito di rifiuti: multe a raffica

Parco macchine ridotto all’osso: su sette veicoli in dotazione solo tre oggi funzionanti. Gli altri hanno bisogno di manutenzione, insomma di andare in officina, ma al Comune di Alcamo mancano i fondi. La carenza di personale da anni è cronica. Come è cronica la mancanza di collaborazione da parte del maggior numero di automobilisti, che circolano per le strade di Alcamo. Una dotazione organica, quella del corpo della polizia municipale carente che si assottiglia ogni anno di più. Solo 53 unità di cui 26 a 18 ore la settimana. Fronteggiare tutti i servizi è come cercare di uscire da un labirinto. Così in giro su due turni dalle 8 alle 24 sono solo due le pattuglie che non possono avere il dono dell’ubiquità poiché quotidianamente si verificano assenze per malattia, ferie o altro e quindi personale che viene menio. L’ennesimo appello del comandante Giuseppe Fazio è un invito alla collaborazione per migliorare lo scorrere del traffico, per evitare di depositare rifiuti fuori orario o dai giorni stabiliti, per prevenire il volantinaggio selvaggio con depliant che si ammassano lungo cunette e marciapiedi. E proprio la polizia municipale ha elevato 21 multe da 200 euro per il volantinaggio selvaggio. Centotre le contravvenzioni da 200 euro per il deposito di rifiuti. Migliaia quelle per le violazioni al codice della strada . E tali introiti hanno anche consentito l’acquisto i due Renault Clio che a giorni saranno consegnate alla polizia municipale, che cerca di dare ogni giorno il massimo.