Alcamo: via Barbuscia, furgone in fiamme

0
423

ALCAMO – Fuoco al furgone di una cooperativa locale nel settore dei trasporti. Anche se non è stato rinvenuto sul posto alcun elemento certo per stabilire le cause del rogo gli inquirenti propendono per il dolo. Le fiamme si sono sprigionate in via Ignazio Barbuscia, stradina che sfocia sulla principale via Fusinato, area che si trova ai piedi di piazza della Repubblica. Il mezzo risulta essere intestato ad una cooperativa alcamese impegnata sul versante dei trasporti, condizione che ha fatto ancor di più focalizzare l’attenzione dei carabinieri della locale Compagnia sul caso. Infatti, anche se ancora è presto ed azzardato potere avanzare delle ipotesi, resta però in piedi anche la possibilità che si possa essere in presenza di un raid che potrebbe avere sullo sfondo la presenza ingombrante del racket delle estorsioni. Le fiamme si sono sprigionate dal vano motore e si sono alzate altissime, al punto da danneggiare anche il prospetto dell’abitazione antistante dove era posteggiato il mezzo. Ad essere investita dalla fiammate il portoncino in legno, parte della muratura e anche una tubazione che si collega alla grondaia della stessa abitazione. L’allarme è scattato intorno alle 5 di questa mattina: ad essersi recati sul posto con immediatezza i vigili del fuoco del locale distaccamento. Il loro tempestivo intervento ha evitato danni ben peggiori che alla fine sono stati circoscritti alla parte anteriore del mezzo ed al prospetto della casa. Questa mattina i carabinieri, che stanno seguendo il caso, hanno ascoltato il conducente del mezzo e anche i rappresentanti della cooperativa a cui è intestato il furgone. Non sarebbe emerso alcun dato significativo, le vittime di questo presunto raid doloso non hanno fornito elementi che possano in qualche modo giustificare quanto accaduto. Il quartiere attorno alla via Fusinato non è nuovo a questo tipo di fatti di cronaca. Nel novembre scorso in via Cesare Abba fu data alle fiamme una Smart di proprietà di un disoccupato: fu un incendio dalle conseguenze devastanti tanto che il forte calore e la grande ondata di fiamme ha intaccato parte dell’intonaco che si è distaccato in parte. Facendo ancora un passo indietro, nella notte tra il 14 ed il 15 di febbraio del 2013, proprio nella via Fusinato fu stato dato alle fiamme un portoncino in legno di un’abitazione a tre piani di proprietà di un 80enne. Nella vicina via Porta Palermo un portoncino nel gennaio scorso invece è stato dato alle fiamme. L’ultimo raid doloso ad Alcamo è avvenuto appena quattro giorni fa, ma in tutt’altra zona, questa volta nel cuore del centro storico: il rogo è stato appiccato al portone in legno di un’abitazione di una donna di 40 anni.

I spend much of the summer at pools and lake beaches and
burberry sale The Average Salary of a Fashion Stylist

Do the same with wallpaper
louis vuitton neverfulMake New Fashion With Bratz Games