Alcamo, un protocollo d’intesa per salvare il tribunale

    Importante incontro, nel corso del quale è stato proposto un protocollo d’intesa per mantenere in vita la sezione distaccata di Alcamo del Tribunale di Trapani che rischia la soppressione, a causa del Decreto legislativo 155/2012: ha avuto luogo venerdì scorso, a Trapani; presenti: il Presidente del Tribunale di Trapani, Roberto De Simone, il sindacodi Alcamo, Sebastiano Bonventre e l’assessore alla legalità, Elisa Palmeri,  i sindaci di Castellammare del Golfo, Marzio Bresciani e di Calatafimi Segesta, Nicolò Ferrara, il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trapani, Alberto Sinatra.

    Il Primo Cittadino di Alcamo ha affermato che “è ferma intenzione dell’Amministrazione attivare quanto necessario per il mantenimento dei locali della Sezione Distaccata di Alcamo al servizio del Tribunale di Trapani, per garantire la presenza di un presidio di legalità nell’ambito di un territorio, comprendente i Comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi- Segesta, in cui non solo è alta la domanda di giustizia (a causa dell’alto tasso di criminalità organizzata anche di stampo mafioso) ma dove lo Stato è riuscito ad affermare, nel tempo, la giurisdizione civile e penale quale segno tangibile della sua presenza”.

     

    L’assessore Elisa Palmeri sottolinea che “se la paventata soppressione diventasse realtà i procedimenti civili, penali e di volontaria giurisdizione, attualmente pendenti innanzi la Sezione Distaccata di Alcamo e quelli di nuova iscrizione dovrebbero essere trasferiti presso il Tribunale di Trapani; inoltre, il personale amministrativo ed i magistrati in servizio presso la sede della Sezione di Alcamo sarebbero chiamati a prestare servizio presso la sede del Tribunale di Trapani; è opportuno che ciò non accada nell’interesse della collettività e per un migliore servizio per la giustizia”.

    L’impegno assunto dai Sindaci di Alcamo, Castellammare del Golfo, Calatafimi Segesta e dal Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trapani, è rivolto alla collaborazione attraverso lo scambio di dati statistici, relazioni e quant’altro necessiti per valutare le esigenze funzionali del Tribunale di Trapani e redigere, nel termine di trenta giorni dalla sottoscrizione del protocollo, la richiesta da inoltrare al Ministero della Giustizia per utilizzare i locali della Sezione Distaccata di Alcamo al servizio del Tribunale di Alcamo.