Alcamo: traffico selvaggio, cittadini stangati con multe record

0
235

Mille e 500 euro di multe al giorno. Automobilisti e centauri alcamesi si confermano croce e delizia del territorio perché se da una parte con le loro infrazioni rendono ancora più caotica la condizione della viabilità urbana, dall’altra però permettono introiti al Comune e quindi ulteriori investimenti proprio sul fronte della circolazione stradale. Nel 2014 sono state elevate sanzioni per violazioni al codice della strada nel territorio alcamese pari a ben 569 mila euro e addirittura in bilancio si prevede che quest’anno la cifra possa lievitare a 615 mila euro. Una somma abbastanza elevata per un territorio di 45 mila abitanti come quello alcamese. Tanto per intenderci, considerando anche i festivi, la media di incassi giornaliera per i vigili urbani in fatto di multe da elevare dovrà essere pari a mille e 600 euro all’incirca. Basta farsi un giro nel centro storico, tra corso VI Aprile e strade limitrofe, oppure nei principali viali Europa e Italia per rendersi conto che probabilmente un introito del genere potrebbe essere incassato e neanche senza troppa fatica. Incassi che il Comune ha già deciso di distribuire attraverso un’apposita delibera di giunta. La fetta più grossa, 114 mila euro, andranno a interventi di sostituzione, di ammodernamento, di potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell’ente. Altri 83 mila euro invece sono destinati all’acquisto di segnaletica orizzontale, verticale, luminosa e semaforica per il miglioramento della circolazione e acquisto beni per interventi per la sicurezza stradale segnaletica orizzontale, verticale, luminosa e semaforica per la tutela degli utenti deboli bambini,anziani, disabili, pedoni e per la mobilità ciclistica in materia di manutenzione del manto stradale. Non manca nemmeno l’attività di sensibilizzazione tra le finalità previste dal Comune per l’utilizzo dei proventi dei verbali per violazione al codice della strada: 15 mila euro per progetti diretti all’esecuzione di corsi di educazione stradale da parte del personale della polizia municipale presso gli istituti scolastici fuori dal normale orario di servizio. Ci sono poi fondi stanziati anche per il finanziamento di progetti di potenziamento di controllo finalizzati alla sicurezza urbana, nonché a progetti di potenziamento dei servizi notturni di prevenzione con incremento, per il personale di ruolo e a tempo determinato–part time, dell’orario di lavoro ordinario a seconda delle esigenze stagionali. C’è anche spazio per il contrasto al randagismo con uno stanziamento di 8 mila e 500 euro.