Alcamo-Terzo consigliere si dimette, è polemica all’interno di Abc

0
399

L’addio corre sul filo del web ed è di quelli destinati a far rumore. Il consigliere comunale di Alcamo, Vito Lombardo (nella foto), in un sol colpo ha annunciato l’addio al suo movimento, Abc, e al civico consesso. Si vocifera che lui fosse uno di quelli intenzionati a far confluire Abc all’interno del Movimento 5 Stelle: una fusione in vista delle prossime elezioni amministrative di primavera con l’intento, ovviamente, di salire al governo della città. Nelle parole d’addio scritte su facebook ieri a tarda sera Lombardo non fa alcun accenno a questa voce di un suo possibile passaggio ai grillini ma lascia chiaramente intendere che effettivamente le sue idee politiche non collimano più con quelle di Abc: “Oggi mi trovo a non condividerne più la linea e le prospettive politiche – scrive – anche in vista dei prossimi impegni elettorali. Credo fermamente che il bene comune debba sempre prevalere sull’interesse dei singoli e che, memori delle scorse amministrative, occorra unire tutte le forze sane della città in un unico grande progetto politico che possa opporsi efficacemente a chi, in questi anni, ci ha governato e si sta adoperando giorno e notte, senza pudore alcuno, per soffocare ogni tentativo di cambiamento”. C’era stato qualche mese fa un tentativo di abboccamento tra Abc e il Movimento 5 Stelle, con i primi ad aprire ai pentastellati per un accordo politico in vista delle elezioni comunali della primavera del 2016 ad Alcamo. Dall’altra parte però la posizione è stata chiara: o tutti sotto il simbolo del Movimento 5 Stelle oppure non se ne fa niente. Alla fine si è deciso di non farne niente anche perchè la maggioranza di Abc ha scelto la linea di mantenere la propria identità sul territorio. Evidentemente però non tutti hanno digerito questa ipotesi. Lombardo potrebbe avere aperto la stagione degli addii all’interno di Abc: altri si sussurra siano più propensi a fondersi con i grillini. Ma questo è futuro. Il presente è fatto di parole al miele tra le parti, con ringraziamenti tra Lombardo e Abc, ma con strascichi altrettanto polemici: “Abc non ha mai modificato la propria linea politica originaria – replicano dal movimento civico -, orientata esclusivamente al bene comune della nostra città e non certo all’interesse dei singoli”. Il posto di Vito Lombardo dietro gli scranni sarà preso da Davide Piccichè, primo dei non eletti nella lista di Abc alle amministrative di 3 anni e mezzo fa. Da quando si è insediato il commissario Giovanni Arnone, nel giugno del 2015 al posto del dimissionario sindaco Sebastiano Bonventre, è il terzo consigliere che si dimette. Prima lo ha fatto Gaetano Intravaia, che ha contestualmente lasciato il movimento area Democratica, sostituito da Franco Gabellone, e subito dopo lo ha seguito Vito Savio D’Angelo, a cui è subentrato Vincenzo Rimi.