Alcamo, stangate agli automobilisti

Massima attenzione per chi sta dietro ad un volante: il pericolo costante, come recita un vecchio proverbio, non è però la donna, almeno ad Alcamo. Il pericolo arriva dal comando di polizia municipale da dove partirà una task force per il rispetto del codice della strada. Lo si evince dal bilancio 2013, recentemente approvato, che prevede alla voce delle sanzioni amministrative un introito record di ben 600 mila euro, cifra abbastanza elevata per un territorio di 45 mila abitanti come quello alcamese. Tanto per intenderci, considerando anche i festivi, la media di incassi giornaliera per i vigili urbani in fatto di multe da elevare dovrà essere pari a mille e 650 euro all’incirca. Mica male ma non una cifra impossibile se si considera il malcostume di automobilisti e centauri ad Alcamo. Basta farsi un giro nel centro storico, tra Corso VI Aprile e strade limitrofe, oppure nei principali viali Europa e Italia per rendersi conto che probabilmente un introito del genere potrebbe essere incassato e neanche senza troppa fatica. Incassi che il Comune ha già deciso di distribuire attraverso un’apposita delibera di giunta. La fetta più grossa, 110 mila euro, andranno a interventi di sostituzione, di ammodernamento, di potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell’ente e potenziamento segnaletica orizzontale, verticale, luminosa e semaforica per il miglioramento della circolazione e acquisto beni per interventi per la sicurezza stradale segnaletica orizzontale, verticale, luminosa e semaforica per la tutela degli utenti deboli bambini,anziani disabili, pedoni e per la mobilità ciclistica, oltre che per la manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali. Altri 85 mila euro invece sono destinati al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale. Non manca nemmeno l’attività di sensibilizzazione tra le finalità previste dal Comune per l’utilizzo dei proventi dei verbali per violazione al codice della strada: 14 mila euro per progetti diretti all’esecuzione di corsi di educazione stradale da parte del personale della polizia municipale presso gli istituti scolastici fuori dal normale orario di servizio, altri 10 mila euro quale Fondo di solidarietà e previdenza per i caschi bianchi. Ci sono poi 81 mila euro per il finanziamento di progetti di potenziamento di controllo finalizzati alla sicurezza urbana, nonché a progetti di potenziamento dei servizi notturni di prevenzione con incremento, per il personale di ruolo e a tempo determinato–part time, dell’orario di lavoro ordinario a seconda delle esigenze stagionali. C’è anche spazio per il contrasto al randagismo con uno stanziamento di 10 mila euro. Un’ultima voce è quella riguardante i 20 mila euro che sono destinati invece per trasferimenti della quota del 50 per cento delle sanzioni incassate.

Work on a flat surface when you make your pattern
wandtatoos küche Skinny Anorexic Remark Is Not Funny

The cover artwork is alright as it has Goku
woolrich parkaWhy Crimes Would Never Get Solved at a TV Police Station