Alcamo: Sos beni culturali

0
393

Beni culturali allo sbando ad Alcamo. Il Collegio dei Gesuiti e il Castello dei Conti di Modica sono finiti nell’occhio del ciclone del consiglio comunale che ha denunciato lo stato di degrado dei due monumenti architettonici. Diversi gli esponenti del civico consesso che hanno messo in evidenza questo stato di abbandono, puntando il dito contro l’amministrazione comunale per non avere garantito adeguata manutenzione in questi anni, dall’apertura dei siti. Certamente la situazione più grave riguarda il Castello dei Conti di Modica, il trecentesco maniero sede dell’Enoteca regionale con annesso Museo del vino e delle tradizioni locali: qui da anni vige un’ordinanza emessa dall’allora sindaco Giacomo Scala che ha disposto la chiusura al transito pedonale di tutta l’area antistante la torre nord-est del Castello perché a rischio crolli. La zona è tutt’oggi transennata. Un provvedimento adottato in seguito alla relazione del Settore Servizi tecnici che dai successivi sopralluoghi eseguiti di concerto con l’ufficio comunale di Protezione Civile ha potuto appurare che la torre presenta diverse lesioni con principio di distacco della muratura. Nel contempo è stato posto anche il problema del decoro urbano nelle mura esterne: secondo i consiglieri manca la necessaria ripulitura della sterpaglia che circonda la struttura. Il collegio dei Gesuiti, la cui costruzione fu iniziata nei primi anni della seconda metà del Seicento, soffre invece di un diffuso problema di vandalismo: ad essere denunciato in questo caso l’utilizzo dell’atrio esterno come campo di calcio improvvisato dai giovani nelle ore pomeridiane. Le pallonate starebbero intaccando esteriormente il decoro delle mura. Inoltre l’annessa chiesa da oltre un anno è stata transennata e non si hanno, almeno ufficialmente, notizie sulla fine dei lavori previsti per la rimessa in sesto. Problemi tanti e svariati su cui però, assicura l’assessore ai Servizi Manutentivi, Gianluca Abbinanti, l’amministrazione sta già lavorando. In particolare molti sforzi si starebbero concentrando sulla parte del Castello dei Conti di Modica ancora chiuso: “Il sindaco si è messo in contatto con la Sovrintendenza ai Beni culturali – precisa – perché siamo in presenza di interventi corposi che un Comune non può certamente sostenere. Sul Collegio dei Gesuiti si pone un problema di custodia su cui l’assessore alla Cultura Elisa Palmeri sta altrettanto lavorando. Di sicuro sono già stati posti in essere degli interventi per migliorare i servizi e preservare la bellezza di questo bene monumentale di notevole importanza per la città”.