Alcamo-Sopralluoghi per i lavori alla chiesa del Collegio

 

Quattro tecnici del Demanio dello Stato sotto la direzione di un ingegnere dello stesso ufficio hanno eseguito una serie di controlli e carotaggi in tutta la chiesa del Collegio di Alcamo, per mettere a punto gli interventi di manutenzione allo scopo di potere riaprire il tempio che sorge in piazza Ciullo. Hanno effettuato una serie di buchi in alcune pareti e un sopralluogo lungo la grande cupola, opera realizzata negli anni sessanta, che ha caricato di un peso enorme buona parte dell’antica chiesa i cui lavori per la realizzazione iniziarono nel 1684. In particolare l’attenzione è stata puntata nella parte prospiciente la via Mazzini, da dove si sono staccati calcinacci, qualche mese fa a causa del forte vento. Calcinacci caduti nella stessa strada, fra l’altro molto trafficata dai cittadini che si recano in piazza Ciullo e durante la notte frequentata dal popolo della movida. I tecnici hanno assicurato il rettore della chiesa padre Vito Filippi che lavoreranno di buona lena anche se oggi non si possono fare previsioni sulla data e sulla consistenza e sui costi degli interventi di manutenzione. I fedeli sperano di potere tornare a frequentare la chiesa del collegio per le funzioni religiose. Il distacco e la relativa caduta di calcinacci è avvenuto alla fine dello scorso mese di novembre. Particolarmente impegnato per la riapertura del Collegio continua ad essere il rettore della chiesa padre Vito Filippi, che invita anche le autorità locali a prestare la massima attenzione affinchè il Demanio dello Stato metta a punto i lavori nel più breve tempo possibile per evitare di finire stritolati dalla lentezza della burocrazia. Allo stato attuale le cerimonie religiose vengono officiate da padre Vito Filippi nell’attigua chiesetta di Gesù, Maria Giuseppe, conosciuta coma la Sacra famiglia. Padre Filippi dice messa ogni pomeriggio alle 18 alla Sacra famiglia.