Alcamo, soltanto il M5S approva il bilancio comunale. “Documento vuoto” dice l’opposizione

0
452

Con circa due mesi di anticipo sullo scorso anno e in linea con i comuni siciliani che quest’anno si stanno mostrando maggiormente virtuosi nel redigere gli strumenti programmatico-finanziari, il comune di Alcamo ha approvato ieri sera il nuovo bilancio di previsione 2019-2021. I voti favorevoli allo strumento varato dalla giunta Surdi sono stati soltanto quelli del cartello di maggioranza, l’ampio gruppo consiliare del Movimneto 5 Stelle. Si è invece dichiarato contraria l’opposizione. “Abbiamo avuto poco tempo per presentare gli emendamenti – ha detto il consigliere Gino Pitò di ABC – e fra l’altro, qualche giorno prima del consiglio, abbiamo ricevuto dal dirigente del settore la notizia che nulla si poteva muovere e che le tutte le somme erano impegnate e intoccabili”. L’approvazione del bilancio ha seguito di un giorno quella del DUP, il documento unico di programmazione. Da quest’atto si evince che che le stabilizzazioni delle centinaia di precari dovrebbero essere effettuate nel 2020 e che sarebbero sempre a rischio quelle di cento unità lavorative. Una vicenda, quella dell’assunzione del personale che da decenni lavora negli uffici del comune di Alcamo, che per certi versi ha posto su strade diverse i sindacati. Da un lato UIL e CISL che hanno indetto lo stato di agitazione e che sono quindi già scesi sul piede di guerra, dall’altro la CGIL che continua invece a tentare la mediazione e che avrebbe accolto una certa disponibilità dell’amministrazione Surdi ad ampliare il numero delle stabilizzazioni. Ma ritornando all’approvazione del bilancio, ovviamente, sono di segno opposto le dichiarazioni sul nuovo strumento economico-finanziario: giunta e Movimento 5 Stelle parlano di numerosi investimenti, opere pubbliche, grosse manutenzioni e importanti progetti. Il cartello di minoranza di pochissime novità, nessun progetto di spessore, pochissima possibilità di proporre e muovere fondi. Insomma un bilancio pieno soprattutto di manutenzioni e per di più non di grandissimo impatto.