Alcamo-Società di pallamano si allena in strada, la provocazione al Comune

0
2713

Con una seduta di allenamento in meno concessa dal Comune nella tensostruttura di via Verga la Th Alcamo decide provocatoriamente di allenarsi in strada. Non in una strada qualsiasi ma addirittura nell’isola pedonale di piazza Ciullo, proprio di fronte al palazzo di città. Una sorta di protesta nei confronti dell’amministrazione comunale per aver ridotto da 4 a 3 giorni settimanali la concessione dell’impianto e per il mancato ripristino di un’altra struttura, il famoso “Paladangelo”, concessa dall’ex Provincia e presa in possesso dal Comune lo scorso anno ma che ha bisogno di importanti investimenti per poter essere riaperta. In questo clima molto teso il tecnico della società che milita nel campionato di A-2 di pallamano, Benedetto Randes, non lesina critiche nei confronti dell’amministrazione comunale per questa situazione generale dell’impiantistica e perché al di là di tutto anche la tensostruttura in cui ci si allena non viene considerata idonea.

La notizia della riduzione di un giorno a settimana della concessione della tensostruttura di via Verga ha scatenato la rabbia dei vertici della società di handball che quest’anno sarà chiamata ad affrontare un campionato molto dispendioso e impegnativo dal momento che la A-2, per effetto della recente riforma della federazione, è stata adesso trasformata in competizione nazionale con trasferte in tutta Italia. Da qui la provocazione dell’allenamento fatto in strada anche perché, sostiene la società di pallamano, è stata concessa la tensostruttura ad una società di calcio a 5 che invece non avrebbe l’obbligo di disputare le proprie partite al chiuso, quindi potrebbe usufruire di impianti all’aperto. Abbiamo provato a contattare l’assessore allo Sport Vito Lombardo per una replica ma risultava irraggiungibile al telefono.