Alcamo: sinistri stradali, piovono le cause sul Comune

Piovono da tutte le parti. Sono la cause civili intentate dai cittadini nei confronti del Comune di Alcamo. La maggior parte delle quali vengono attivate per sinistri stradali. In pratica buche e ostacoli sulle carreggiate del centro urbano che finiscono per danneggiare i veicoli. Contenziosi che finiscono puntualmente in tribunale così come puntualmente l’epilogo è quello della condanna per l’ente locale, con annesse spese di giudizio. E non solo: queste cause nella maggior parte dei casi si trasformano in debiti fuori bilancio, con ulteriori spese caricate nel conto finale quali more e altri oneri accessori. Un vero salasso per i Comune ma soprattutto la preoccupazione è che ogni anno queste cause diventano sempre di più. Nel 2013 sono state ben 49, in questo primo scorcio di anno sono già 5 secondo quanto si può verificare dagli atti prodotti dall’Avvocatura comunale alcamese. All’incirca il 40 per cento di queste cause scaturiscono proprio da sinistri stradali. Solo per citare gli ultimi tre casi, con condanna già per il Comune, figurano danni alle auto in via Pino Puglisi e via Torquato  Tasso per una griglia in ferro divelta e per la presenza pericolosa di un pilastrino, e poi c’è anche un altro sinistro per la sconnessione dell’asfalto in centro storico. Totale di queste sole tre cause da addebitare al Comune 8 mila e 100 euro. Il caso dei debiti fuori bilancio esosi è già emerso in consiglio comunale tanto che il civico consesso ha attivato una commissione d’indagine in tal senso. Da diversi consiglieri, Alessandro Calvaruso in testa, fu evidenziata anche la facilità con la quale il Comune disponeva risarcimenti. Alcune cause in cui il Comune avrebbe ammesso la colpa sarebbe state viziate da scarsi controlli degli uffici comunali durante i sopralluoghi fatti nelle zone in cui è stato denunciato il danno. Lo stesso Calvaruso ha anche denunciato la puntuale carenza di documentazione da parte degli uffici preposti quando si chiede l’accesso agli atti per la verifica dei debiti fuori bilancio da valutare nelle commissioni consiliari competenti e successivamente in seno al civico consesso. Il caso è emerso in un recente consiglio comunale in cui sono stati esaminati altri debiti fuori bilancio. In tal senso è stata istituita la commissione d’inchiesta con il compito di rintracciare tutti i flussi finanziari del Comune di Alcamo negli ultimi anni che hanno causato anche lo sforamento del patto di stabilità per ben due anni consecutivi, nel 2011 e nel 2012. Secondo quanto sostenuto dal consigliere Calvaruso i consiglieri non sono messi dagli uffici nelle condizioni di potere esaminare gli atti perché la documentazione fornita è carente.

E’ emerso come esista un consistente ammontare dei debiti fuori bilancio nel 2011 pari a 590 mila euro di cui non risulta accertata l’integrale trasmissione delle delibere di riconoscimento alla Procura regionale della Corte dei conti, e debiti da riconoscere alla fine dell’esercizio pari ad altri 250 mila euro.

 

Some famous Janette Klein alumni include
woolrich arctic parka Weddings and Events in Web World Directory

or make the wearer seem aloof or evil
louis vuitton bagsMargaret Qualley attend Prabal Gurung