Alcamo, si collauda lo stadio Sant’Ippolito

0
560

Se non sorgeranno altri contrattempi martedì della settimana entrante il Comune di Alcamo procederà al collaudo dello stadio Sant’Ippolito allo scopo di consentirne la fruizione. Da collaudare gli spogliatoi e impianti elettrici. La ditta che ha effettuato i lavori ha da tempo consegnato la struttura al Settore sport dl Comune , ma poi sono sorti alcuni problemi, pare in via di superamento e sarà la stessa impresa ad eseguire per i prossimi tre anni la manutenzione, grazie al ribasso d’asta che è stato di 240 mila euro. Parte di questa somma dovrebbe essere impiegata per dotare il Sant’Ippolito di un adeguato impianto di illuminazione, approvato lo scorso gennaio durante la conferenza di servizio e poi misteriosamente arenatosi tra le secche della burocrazia. Oggi ancora è tutto fermo. Ma non si ferma l’attività della squadra dell’Alqmah, allenata da Massimo Messina, che quest’anno disputerà il campionato di Seconda categoria, dopo il trionfale esordio nella Terza durante lo scorso campionato. La società, presieduta da Marco Messina, vice presidente Angelo Gruppuso, dirigente Gianluca Abbinanti, partirà con propositi ambiziosi. Intanto c’è unanimità di consensi per intitolare lo stadio all’indimenticato Nonò Ciluffo, che dedicò la sua vita al calcio.