Alcamo: scuole, si inizia l’anno con una carenza di arredi

0
485

A meno di 48 ore dal suono della campanella ad Alcamo si stanno mettendo a punto gli ultimi interventi per dotare le scuole delle risorse necessarie. L’ultima “messa a punto” sta riguardano in particolare il secondo Circolo didattico dove si è registrato un problema di mancanza di arredi scolastici: “Già dai primi giorni di agosto ci siamo messi in moto – sostiene l’assessore alla Pubblica istruzione Selene Grimaudo – alla ricerca di arredi utilizzabili da altri istituti scolastici, in mancanza di somme in bilancio disponibili per la spesa”. Problema che si stava superando quando sono state trovate in bilancio somme di spesa da un capitolo che non incidevano sul patto di stabilità e da qui si è potuto ordinare l’acquisto di arredi nuovi di zecca per il secondo Circolo Didattico. “Nell’attesa dell’arrivo del materiale – sostiene l’assessore – il Dirigente scolastico si è mostrata disponibile ad adeguare arredi esistenti alle necessità degli alunni della prima classe di scuola primaria in entrata”. Ora, però, il sopraggiungere del blocco della spesa dei primi di settembre, a causa di alcuni tagli alle entrate preventivate attraverso i tributi da parte del consiglio comunale, ha provocato uno stop per tutti gli acquisti da parte del Comune stesso: “Malgrado ciò, per non creare disagi per l’inizio dell’anno scolastico agli alunni, – precisa la Grimaudo – il mio assessorato ha chiesto di procedere all’acquisto con carattere di urgenza”. Allo stato attuale è stata firmata una determina che prevede l’impegno di 16 mila e 500 euro e comprende l’acquisto di quanto richiesto per gli arredi scolastici sia dal secondo Circolo Didattico che dall’Istituto Comprensivo Bagolino, la cui richiesta per nuovi arredi è stata inoltrata tardivamente. La ditta a cui è stato affidato questo tribolato incarico ha richiesto circa venti giorni per la consegna, in quanto tanti altri Comuni si trovano nella stessa condizione e le forniture seguono gli ordini di arrivo. Per cui per il secondo Circolo e la Bagolino sarà un inizio con qualche disagio. Di questo ne è consapevole il Comune che comunque ha dovuto affrontare una serie di “emergenze” nel periodo estivo, non solo di carattere burocratico ma adesso anche economico. Da qui sono scaturite una serie di polemiche che hanno visto finire l’amministrazione nell’occhio del ciclone, additata anche da diversi consiglieri comunali come poco sensibile rispetto alle esigenze del mondo scolastico: “L’assessorato – replica la Grimaudo – è sempre stato attento alle problematiche relative alle deleghe assunte, informato rispetto al lavoro degli uffici”.

over colin kaepernick
lous vuitton speedy D SS 2012 fashion show

the way a trendy customer appreciate a day
chanel espadrillesTop 10 Best Selling Urban Hip Hop Clothing