Alcamo-Saldi estivi, esercenti sfidano la crisi

0
385

ALCAMO – E’ una partenza in sordina ad Alcamo per gli sconti estivi. Partiti ufficialmente da sabato scorso, i negozi non sono stati affatto presi d’assalto e le vie del centro storico erano deserte o quasi nel week-end appena trascorso. A cercare di ravvivare questo momento di crisi profonda ci stanno pensando gli esercenti stessi che hanno dato vita al progetto “Scìop”, Alcamo social shopping, che prevede oltre al canonico sconto un ulteriore 10 per cento effettuando un acquisto superiore alle 20 euro. L’idea è quella proprio di invogliare gli alcamesi a spendere nella loro città, facendo magari da richiamo anche ai potenziali consumatori evitando che possano, come oramai da tendenza degli ultimi anni, spostarsi nei più attraenti centri commerciali. Il funzionamento è abbastanza semplice: quando si acquista un prodotto di valore pari o superiore alle 20 euro viene consegnato un coupon che consente di ottenere uno sconto del 10 per cento sul prezzo finale di un altro acquisto. Ovviamente l’iniziativa funziona nei negozi aderenti: ad essere stato costituito un circuito di 33 negozi delle più svariate categorie merceologiche: dall’abbigliamento alle calzature, dai ristoranti, pizzerie e pub alla cosmesi e cura del corpo, profumeria per finire all’ottica e alla gioielleria. Gli esercenti si trovano tra le piazze Ciullo, della Repubblica e Mercato, sui corsi VI Aprile e generale Medici, nel viale Europa e nelle vie Diaz, Amendola, XI Febbraio, Imperiale, Gammara, Vittorio Emanuele II e anche ad Alcamo marina. Gli esercizi aderenti sono facilmente riconoscibili perché espongono il marchio “sciòp – Alcamo social shopping”. L’elenco degli aderenti è consultabile sul sito www.sciop.info. Il progetto è senza alcuna finalità di lucro e persegue solo finalità sociali. In particolare, i commercianti ed i ristoratori aderiscono gratuitamente all’iniziativa che si propone di incentivare il piacere di vivere la città ed in città nonché di attrarre e stimolare le iniziative che mirano a valorizzarla. I consumatori non snobbano i saldi, ma l’attenzione al portafoglio è sempre più forte e così alla fine lo scontrino alla cassa è più leggero di quello dell’anno scorso. Sembra essere questa la tendenza delle svendite estive. Secondo la Fismo-Confesercenti, che ha realizzato un primo sondaggio tra i commercianti, l’avvio dei saldi estivi di quest’anno è in linea con quello dello scorso anno.