Alcamo-Riti religiosi processione dedicata a San Giuseppe

0
887

Oggi alla 19,30 primi Vespri della Solennità di San Giuseppe, la cui novena è iniziata lo scorso 10 marzo nella chiesa di sant’ Oliva di Alcamo. Si tratta di una festa particolarmente sentita dai cattolici e i riti si svolgono in tantissime chiese. La novena si concluderà domani 19 marzo con la processione della statua di San Giuseppe. E sempre domani alle 8,30, 9,30 e 10,30 celebrazione eucaristica e alle 17 il via alla processione. La liturgia della Novena è presieduta da monsignor Benedetto Cottone. Nella chiesa di Sant’Oliva, della quale è parroco Saverio Renda, c’è la statua di San Giuseppe col il Bambino. Statua in legno di 66 centimetri. Il comitato che organizza la festa è composto da Gaspare Macaluso, Giuseppe Pirrone, Vito Pirrone e Antonino Tedesco. La processione avrà il seguente itinerario: piazza Ciullo, corso VI Aprile, via commendatore Navarra, piazze Castello, della Repubblica e Trinità. Via Santissimo Salvatore, corso Belverde, vie: Salerno, Melodia, Vittorio Veneto, Doria, Mangione, Casarubea, Galileo Galilei, Crispi, corso San Francesco di Paola, vie Cordone, Tasso e Pia Opera Pastore, corso VI Aprile e rientro in chiesa. Fino a qualche anno fa nel calendario il giorno di San Giuseppe era segnato in rosso ed era una festa nazionale. Poi è stata abolita ma la festa di San Giuseppe è sempre viva ed importante per la chiesa e i fedeli. E In occasione della ricorrenza, coloro che hanno fatto un voto “pi divuzioni”, allestiscono, i caratteristici altari lignei a gradini, rivestiti di lenzuola ricamate. Alla mensa dell’altare hanno posto i commensali, che interpretano i componenti della Sacra Famiglia e altri che interpretano vari santi, tutti destinatari dei voti espressi dal padrone di casa sotto forma di qualsiasi tipo di cibo, crudo o cotto in vari modi, chiamato “pietanza”. E domani si celebra anche la Festa del papà.