Alcamo: Ripiantato alberello in piazza Mercato

L’assessore Lorella Di Giovanni è stata di parola. Entro 48 ore aveva detto a Salvatore Cusumano, responsabile dell’Istituto di bioarchitettura, che sarebbe stato ripiantato un alberello di Jacaranda nella piazza Mercato di Alcamo. L’alberello messo a dimora un mese e mezzo fa dal Comune su iniziativa dell’Istituto di bioarchitettura è stato preso di mira più volte dai vandali. Che fastidio possa dare un alberello, piantato nel luogo clou della movida selvaggia e fuori legge, è francamente difficile da capire per le persone di buon senso che sono la maggior parte.  Speriamo che l’alberello ripiantato ieri possa crescere rigoglioso per abbellire un luogo, occupato da tavoli e tavolini dove si ingurgitano alcolici in quantità industriale. Il Comune di Alcamo nel concedere le licenze per aprire punti vendita di alcolici, dovrebbe firmare un contratto con i gestori per la tutela del verde nelle zone operano pub o pseudo tali. Vigilanza partecipata per tutelare non solo il verde e in questo caso la jacaranda di piazza Mercato, ma anche controlli da parte delle forze dell’ordine, che sono pochi, per garantire la vivibilità delle persone che abitano nel centro storico. Intanto è stata rinviata l’apposizione di una targa dedicata a Ludovico Corrao accanto alla jacaranda prevista per il prossimo due settembre, giorno in cui si conclude la mostra al Collegio dei gesuiti con opere delle Orestiadi di Gibellina. Il rinvio perché quel giorno Francesca Corrao, figlia di Ludovico, non potrà essere presente ad Alcamo.