Alcamo: rifiuti e scivoli abusivi, multe e stangate

Immondizia che penzola dai balconi, scivoli abusivi negli scarrozzi dei garage. Offensiva della polizia municipale contro i trasgressori di due tra i più diffusi malcostumi che si registrano nella cittadina alcamese: controlli che hanno già visto soccombere ben 65 cittadini in appena due settimane di controlli intensificati su disposizione dell’amministrazione comunale. Il che significa che si viaggia al ritmo di quasi 5 violazioni contestate al giorno. In questi casi la multa stabilita dal Comune è di quelle salate e può arrivare anche a superare le 3 mila euro. Ad effettuare i controlli un’apposita squadra del nucleo di polizia annonaria. Nel dettaglio sono state 50 le violazioni contestate per l’esposizione dei sacchetti di rifiuti penzolanti dai balconi, le rimanenti 15 invece hanno riguardato per l’appunto l’apposizione di scivoli abusivi all’altezza degli ingressi di autorimesse. “Tali comportamenti – si legge in una nota del Comune di Alcamo – compromettono il decoro e la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale in generale. Si invitano i cittadini a fornire la propria collaborazione per il rispetto delle norme dirette alla tutela delle strade e degli utenti”. Le sanzioni per gli eventuali trasgressori sono quelle stabilite dal Codice della Strada e vanno da 169 euro sino ad un massimo 679 euro per l’esposizione di sacchetti dei rifiuti dai balconi, e da 841 a ben 3 mila e 366 euro per quanto concerne gli scivoli abusivi, a cui vanno aggiunti 200 euro per le violazioni alle ordinanze comunali, oltre alla rimozione d’ufficio delle occupazioni illecite con spese a carico dei trasgressori. Insomma, queste leggerezze possono essere pagate davvero care dal cittadino. Da considerare che proprio in materia di rifiuti dallo scorso anno è partita una campagna di controlli ad Alcamo con tolleranza zero contro chi sporca la città. E’ partita una task force organizzata dal Comune di Alcamo in collaborazione con l’Aimeri Ambiente, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti nel territorio. E’ stata istituita una squadra di 4 vigili urbani che, accompagnati da un tecnico dell’Aimeri, controllano strade e piazze affinchè venga rispettata l’ordinanza di conferimento all’esterno dei sacchetti della spazzatura. I sacchetti verranno aperti per verificare la corretta esposizione del rifiuto in base alla giornata di raccolta e anche il rispetto dell’orario. E’ stato fatto un accurato lavoro da parte dell’Aimeri e del Comune mappando la città in 14 zone diverse in modo da agevolare la raccolta distinguendola in giornate diverse a seconda del rifiuto da conferire. Il problema essenziale è che ancora in molti non differenziano correttamente i rifiuti, mischiando le diverse tipologie. Ciò rende complicato il trasferimento nelle piattaforme e lo smaltimento, allungando le operazioni e comportando anche un aggravio dei costi del servizio.