Alcamo-Regolamento sugli impianti sportivi, salta tutto: “Colpa degli uffici”

Il consiglio comunale di Alcamo si rende conto di non avere le carte in regola per approvare il nuovo regolamento per la gestione e l’uso degli impianti sportivi e decide di rimandare tutto. Mancava il parere della Consulta dello sport che, seppur non vincolante, deve comunque essere espresso. E siccome della Consulta ancora con la nuova amministrazione targata Movimento 5 Stelle, insediatasi dal giugno scorso, non c’è alcuna traccia non è stato possibile approvare nulla. La maggioranza pentastellata nella seduta di ieri ha subito alzato le barricate scaricando ogni colpa sugli uffici e sul dirigente del Settore.

Inevitabili le polemiche piovute addosso alla maggioranza e all’assessore allo Sport Nadia Saverino perché di fatto è stata convocata una seduta di consiglio quasi inutilmente dal momento che ieri all’ordine del giorno vi erano, regolamento a parte, soltanto altri due debiti fuori bilancio.

A stragrande maggioranza il consiglio ha quindi deliberato di rinviare il regolamento dopo aver acquisito il parere. Non ci sta la Saverino ad ingoiare il boccone amaro: “Ho avuto più volte un confronto con l’ufficio preposto, – precisa – rispetto alla documentazione che pensavo fosse sufficiente e necessaria per favorire il lavoro della prima commissione. Reputo questa mancanza, in ogni caso grave. Quest’amministrazione è perfettamente consapevole del ruolo che ricopre nel mondo sportivo la Consulta dello Sport, motivo per cui l’ufficio è già stato incaricato di convocare i rappresentanti delle società sportive per consentirne il rinnovo”. Due i debiti fuori bilancio approvati ed in parte emendati per ragioni tecniche. Uno di questi riguardava l’ennesimo risarcimento che il Comune deve per un sinistro stradale a causa delle cattive condizioni della rete stradale. Da qui è partito il dibattito ed è emerso che la II commissione consiliare, di concerto con gli uffici comunali, sta predisponendo delle misure correttive per evitare il ripetersi di questi risarcimenti. Da una verifica fatta dal segretario generale del Comune, Vito Bonanno, sui debiti fuori bilancio causati proprio da incidenti stradali è emersa una situazione davvero incredibile.

GUARDA IL SERVIZIO