Alcamo: reati ambientali, arriva la telecamera mobile

0
423

In arrivo il potenziamento dei controlli sul fronte ambientale ad Alcamo. Presto arriverà in dotazione del Settore Ambiente una nuova fotocamera che verrà utilizzata esclusivamente per il contrasto all’abbandono illecito dei rifiuti. Verrà piazzato di volta in volta in zona distinte del territorio, dal centro urbano alle periferie, con l’intenzione di beccare gli indisciplinati e soprattutto di frenare gli abusi ambientali che, in alcuni casi, possono dimostrarsi davvero devastanti per la salubrità dell’aria e delle acque. “La fotocamera ambientale mobile – sostiene la responsabile del Settore Ambiente, Elena Ciacio – è progettata appositamente per la lotta contro l’abbandono improprio dei rifiuti e contro le discariche abusive”. Ec è proprio questa la strumentazione che sta acquistando il Comune attraverso il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione realizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sulle proprie infrastrutture tecnologiche avvalendosi di Consip spa, la società che ricerca sul mercato i migliori prezzi per conto degli enti pubblici che vi aderiscono. La spesa massima prevista, secondo una prima ricerca di mercato, ammonta a circa 4 mila e 500 euro. Ora il Settore Ambiente del Comune ha emanato una determina per procedere materialmente all’acquisto. Da qualche mese il Comune, dietro espressa direttiva dell’assessore all’Ambiente Salvatore Cusumano, ha avviato rigidissimi controlli specie sul rispetto delle ordinanze relative al conferimento dei rifiuti al di fuori delle abitazioni per il recupero da parte dell’Aimeri Ambiente, la società che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dell’immondizia in città. Sono state effettuate delle vere e proprie ispezioni dei sacchetti e multato diversi cittadini che avevano esposto i sacchetti con il rifiuto sbagliato oppure al di fuori dell’orario consentito per il recupero da parte dei mezzi. La telecamera mobile darebbe l’opportunità di ampliare i controlli e fare anche monitoraggi continui senza le necessità della presenza del pubblico ufficiale per elevare le eventuali multe. Sino ad oggi il Comune, per questo tipo di controlli, si è avvalsa di un’apposita squadra costituita da 4 vigili urbani che, accompagnati da un tecnico dell’Aimeri, controllano strade e piazze. I sacchetti vengono aperti per verificare la corretta esposizione del rifiuto in base alla giornata di raccolta e anche il rispetto dell’orario. Ad Alcamo si effettua in tutto il territorio la raccolta differenziata porta a porta. Al mattino, a giorni alterni e secondo i quartieri, vengono ritirati indifferenziato e organico, mentre il pomeriggio si ritirano carta, vetro, metalli e plastica. E’ stato fatto un accurato lavoro da parte dell’Aimeri e del Comune mappando la città in 14 zone diverse in modo da agevolare la raccolta distinguendola in giornate diverse a seconda del rifiuto da conferire. Il problema essenziale è che ancora in molti non differenziano correttamente i rifiuti, mischiando le diverse tipologie. Ciò rende complicato il trasferimento nelle piattaforme e lo smaltimento, allungando le operazioni e comportando anche un aggravio dei costi del servizio.

 

How to Start a Fashion Accessories Retail Business
isabel marant trainers
Defining One Elitism and Social Status

Dress up your hair
spaccio woolrich bolognaFree Articles Online Trend Alert