Alcamo-Pulizia spiagge, si parte ma soltanto con 4 operai

0
546

Parte la pulizia delle spiagge ad Alcamo marina. Dopo l’ultimo terribile week-end, con gli arenili zeppi di immondizia, alghe e canneti, finalmente il Comune ha avviato la raccolta anche se a mezzo servizio di fatto. Ci sono infatti appena quattro dipendenti comunali che hanno a disposizione anche alcuni mezzi. Lo stesso assessore all’Ambiente, Roberto Russo, precisa che si tratta di una “pulizia sommaria”: “Siamo intanto partiti con queste quattro unità che garantiscono la rimozione dei rifiuti – afferma – ma entro fine settimana ci auguriamo di far partire a pieno regime tutto”. Per pieno regime si intende l’utilizzo anche dei volontari delle due associazioni che si sono aggiudicate l’avviso pubblico indetto dal Comune per la collaborazione nella pulizia degli arenili. Sarebbero già dovuti partire al lavoro ma un piccolo intoppo burocratico li ha stoppati: “Si stanno attrezzando per avere la firma digitale, necessaria oggi per intrattenere rapporti con le pubbliche amministrazioni – sottolinea Russo – e già entro oggi il problema dovrebbe essere risolto. Se così non fosse comunque entro fine settimana ci attrezzeremo autonomamente come Comune per inviare altri nostri operai”. A questo si aggiungono anche altri intoppi come il guasto di un mezzo adibito alla pulizia: per la nuova amministrazione del sindaco Domenico Surdi stanno sorgendo i primi grattacapi. Intanto gli operai comunali già da lunedì si sono messi in moto non solo per pulire gli arenili ma anche per bonificare i sottopassi, alcuni letteralmente inagibili perché stracolmi di detriti ammassati da tutto il periodo invernale. L’impressione è quella che il commissario straordinario del Comune che ha preceduto l’amministrazione ora in carica, Giovanni Arnone, si sia mosso con troppo ritardo rispetto all’avvio della stagione estiva per il reclutamento dei volontari. Il rischio è quindi quello di ulteriori criticità nella pulizia delle spiagge anche nei prossimi giorni con il mese di luglio oramai alle porte ed i primi turisti che cominciano ad affollare i bagnasciuga di Alcamo marina, specie nei fine settimana. Appaiono anche pochi soltanto 4 operai comunali considerata l’ampiezza delle spiagge di Alcamo che si sviluppano su circa 7 chilometri di costa. Al netto delle spiagge attrezzate assegnate ai lidi privati ci sono da ripulire ogni giorno almeno 5 chilometri di sabbia per cui servirebbe una forza lavoro di una certa consistenza.