Alcamo Proteste e allarme in via P.O.Pastore. Si costituisce comitato

0
1231

Allarme sociale e degrado, di questo parlano alcuni alcamesi che stanno costituendo un comitato di residenti della via Pia Opera Pastore e che lunedì incontreranno il sindaco Domenico Surdi, in un esercizio commerciale della stessa strada, per esternare il loro malumore e le loro preoccupazioni. Negli ultimi tempi, infatti, a parte il video divenuto virale sui social del ragazzo che danneggia un’autovettura e che balla per avere centrato la stupida impresa, sono numerose le autovetture ritrovate con danni dai proprietari dopo averle lasciate in sosta in quella zona.

Martedì, in pieno giorno, sono state squarciate due ruote di un’Audi. Stesso trattamento, nei giorni precedenti per altre autovetture. Non soltanto tagli alle gomme ma anche tergicristalli divelti, specchietti divelti, fiancate graffiate con punteruoli. I residenti della via Pia Opera Pastore, che lamentano anche di avere assistito ad attività di spaccio portate avanti senza alcun pudore, hanno adesso levato gli scudi ma le denunce finora pervenute ai carabinieri di Alcamo sono soltanto un paio: per danneggiamenti alle autovetture e per i due pneumatici squarciati proprio ieri.

Dal canto loro i militari dell’Arma diretti dal capitano Giulio Pisani stanno monitorando con attenzione la zona. I risultati sono subito arrivati e due soggetti sono stati denunciati. Il primo, un ragazzo di colore senza fissa dimora, nulla a che fare quindi con il centro di accoglienza, già noto alle forze dell’ordine e protagonista, circa un mese fa, anche di un becero oltraggio al vice-sindaco della città. Il ragazzo, il protagonista del video immesso in rete, è stato denunciato per danneggiamento. L’altro provvedimento, riguarda sempre un extracomunitario, ospite nella SPRAR per migrati di via Maria Riposo, beccato dai carabinieri sempre nella zona di via pia opera pastore in possesso di alcune dosi di marijuana.

La preoccupazione comunque cresce fra i residenti della via Pia Opera Pastore, fenomeno che si ripete ogni anno quando arriva il tempo della vendemmia e della raccolta delle olive. Alcamo, soprattutto questa zona, viene presa d’assalto da extracomunitari che talvolta dormono sotto le stelle o all’interno di vecchi furgoni che vengono lasciati in sosta, nei pressi di scuole e asili, fra attività commerciali e palazzi. A farne le spese soprattutto il decoro e l’immagine della cittadina. Per questo da anni viene realizzato un campo di accoglienza che però non riesce ad ospitare tutti quanti anche perché non sono pochi quelli che arrivano senza permesso di soggiorno. Ma se da ciò e dal possibile degrado sociale si passa a episodi di becera criminalità, la situazione diventa certamente molto più preoccupante.