Alcamo: polizia municipale senza risorse e agenti

0
319

Il comando di polizia municipale ad Alcamo ai minimi termini. Non solo scarse risorse di personale interne ma anche di attrezzature: pochissime le auto a disposizione, addirittura in questo momento non è neanche possibile monitorare la velocità delle auto: l’unico velomatic in dotazione, speciale modello di autovelox, è fuori uso. Situazione disastrosa che si legge tra le righe della relazione presentata dal responsabile del settore della polizia municipale, il vicecomandante Giuseppe Fazio, allegata al bilancio che la giunta in questi giorni sta rielaborando a caccia di quell’ammanco finanziario dopo la decisione del consiglio comunale di tagliare le aliquote dei tributi. La situazione del controllo del territorio non è affatto facile ad Alcamo. La mancanza di fondi in questi anni, ad esempio, non ha più permesso di ripristinare la videosorveglianza a Monte Bonifato, distrutta in quel famoso devastante incendio del 2012. Non aiuta la mancanza dei mezzi, indispensabili ai caschi bianchi per gli spostamenti e i controlli anche nelle zone più periferiche: negli ultimi anni non è più stato acquistato alcun veicolo. Lo dice nella relazione senza mezzi termini lo stesso Fazio che servono investimenti immediati: “Acquisizione di nuovi strumenti ed attrezzature tecnico scientifiche, come computer, telecamere mobili, nuovo misuratore velocità o la riparazione di quello già in dotazione), nonché ala necessità di acquisizione di almeno 3-4 autovetture per migliorare l’espletamento dei servizi istituzionali del corpo in quanto negli esercizi 2011, 2012 e 2013 non vi è stata la disponibilità per impegnare le relative somme che sono finanziate dai proventi delle contravvenzioni”. In poche parole gli introiti dalle multe per violazioni ambientali, urbanistiche o al codice della strada non sono state riutilizzate per sostentare il comando. Il vicecomandante però assicura: “Si provvederà alla sistemazione dell’impianto di videosorveglianza al Monte Bonifato” sottolinea. I tempi oltretutto si preannunciano abbastanza duri con i costanti tagli ai trasferimenti di Stato e Regione e l’attuale difficoltà del Comune di riequilibrio di bilancio, cosa che comporterà o lo sforamento del Patto di stabilità o l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione. A livello di introiti provenienti dalle sanzioni amministrative al codice della strada quest’anno è previsto un introito di 550 mila euro, lo stesso dello scorso anno, a fronte invece di spese correnti legate alla gestione complessiva del comando di circa un milione e mezzo di euro. E le cattive notizie non finiscono qui: a fronte di una già carente pianta organica quest’anno non sono previsti altri ingressi di agenti mentre si prevede il pensionamento di due ispettori. Nonostante tutto il responsabile del Settore assicura che verranno garantiti servizi di controllo adeguati anche nelle ore serali e notturne con l’obiettivo di contrastare le violazioni al codice della strada e in particolare la guida in stato ebbrezza alcolica, nonché attività di prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio. In itinere appositi progetti finanziati con i proventi delle contravvenzioni per aumentare le ore di servizio del personale.

but the similarities to movies like end there
woolrich outlet I’m looking for a flattering swimsuit to hide

he looked like this
burberry outlet onlineTaylormade 2012 TMX STAFF BAG