Alcamo, Piccolo Teatro, Carlo Suppa alla finale nazionale sui monologhi

L’alcamese Carlo Suppa, impiegato Enel, ma con la passione per il teatro, rappresenterà la Sicilia, alla finale della seconda edizione del concorso nazionale dei monologhi, organizzato dalla Fita, Federazione italiana teatro amatoriale. La cerimonia si terrà il prossimo 31 ottobre, ore 20, presso il teatro Fara Nume di Ostia. Si sfideranno giovani attori provenienti da sei regioni d’Italia.  Carlo Suppa è uno dei giovani attori di punta del Piccolo Teatro, diretto da Franco Regina. La scelta  di Carlo Suppa per la recita del monologo “Lettera di Manfredi Borsellino al padre” durante la commemorazione della strage di via D’Amelio, ad Alcamo in  piazza Falcone e Borsellino lo scorso luglio. Carlo Suppa ha letto in diretta su Raisport l’incipit della poesia Rosa fresca aulentissima di Ciullo d’Alcamo, lo scorso quattro ottobre, pochi minuti prima del via della seconda tappa del Giro d’Italia, partita da Alcamo.  Carlo Suppa scoprì la passione per il teatro quando aveva 5 anni e recitò in una commedia con Gianfranco Jannuzzo al teatro Cielo nell’ambito della rassegna della prosa e del teatro. Da tre anni è impegnato nel teatro ed i suoi cavalli di battaglia sono stati “Il cappello di carta” e “Palace Hotel”.  Il giovane attore parteciperà quindi al Festival nazionale del monologo. Ancora un riconoscimento per il Piccolo Teatro di Alcamo fucina di giovani talenti grazie al lavoro svolto con professionalità da tutto lo staff, presieduto dal direttore artistico e regista Franco Regina.