Alcamo – Piazza della Repubblica, al via la sistemazione dell’ex autostazione

 

Iniziati da ieri mattina i lavori per rimettere a nuovo l’ ex autostazione di piazza della Repubblica di Alcamo, che consentirà di far uscire dal degrado un immobile e spazi adiacenti in un luogo dove arrivano e partono tantissime persone essendo il terminal degli autobus extraurbani. Ad eseguire i lavori è un’impresa di Bagheria. Gli interventi oltre al recupero dell’autostazione, che venne realizzata oltre 50 anni fa, riguardano anche il rifacimento della pubblica illuminazione in tutta la piazza della Repubblica,  dove va recuperata la sua identità storica essendo vicina al castello. Identità oggi stravolta da tanti e variopinti collocazioni dove ognuno agisce a suo piacimento nelle varie colorazioni. I lavori per l’ex autostazione avranno la durata di quattro mesi. Si concretizza dunque un progetto che era stato approvato dalla giunta Bonventre nel mese di novembre del 2014. Con lo stanziamento di 450 mila euro, previsto nel piano triennale delle opere pubbliche si andrà a rimettere a nuovo il vecchio immobile che fino a qualche anno fa ha ospitato la biglietteria dei bus e un bar. Il finanziamento che ottenne il Comune rientra nell’ambito di un progetto molto più ampio. Infatti la sistemazione dell’ex autostazione è solo uno stralcio funzionale tendente alla sistemazione e valorizzazione del contesto urbano del Castello dei conti di Modica, per il cui consolidamento la giunta Surdi ha avviato l’iter per il finanziamento con una spesa prevista di circa 200 mila euro. Ma il recupero dell’identità di una delle zone più belle di Alcamo, ovvero piazza della Repubblica,  passa anche da iniziative che non siano finalizzate a collocazioni varie. Di varie misure e colori che vanno riviste. Il Comune nel concedere spazi usi il suo potere discrezionale e non giustificare con il fatto che incassa il pagamento di pochi euro sotto forma di suolo pubblico. Intanto la sistemazione dell’autostazione consentirà di recuperare una vasta area di piazza della Repubblica, dove sono necessari serrati controlli poiché durante la notte spesso è frequentata da consumatori di alcolici e altro e lo dimostra il prelievo di bottiglie vuote che ogni mattina fanno gli operatori ecologici.