Alcamo-Piazza Bagolino, riaperto il parcheggio sotterraneo

Riaperto da stamane il parcheggio sotterraneo di piazza Bagolino, rimasto chiuso per quasi tre mesi per una serie di lavori di manutenzione e messa in sicurezza. Si tratta di un importante spazio all’interno del quale possono essere ospitate 200 vetture e ciò contribuisce a lenire la domanda di parcheggi, pochissimi nel centro storico, ma anche altrove a causa della conformazione urbanistica della città di Alcamo con strade molto anguste e strette. “Il parcheggio sotterraneo resterà aperto e custodito – è scritto in una nota del Comune – dalle 8,15 alle 18,30 ma dopo questo orario non sarà chiuso. Infatti rimarrà aperto ma incustodito dalle 18,30 sino alla mezzanotte di tutti i giorni”.   Pare che saranno effettuati altri piccoli interventi che non comporteranno la chiusura. Resta comunque forse da  rivedere la circolazione per accedere al parcheggio. Ma ciò sarà verificato dopo un breve periodo di rodaggio. Stamane, come succede spesso, sono state rimosse lungo le rampe di acceso con i gradini coperti  decine di bottiglie vuote o rotte che contenevano alcolici. Un posto lontano da occhi indiscreti dove tantissimi giovani si riuniscono per ingurgitare cascate di alcolici e forse per fumare anche qualche spinello o assumere altre forme di stupefacenti. I vandalismi si verificano soprattutto il sabato sera quando si svolge la movida fuorilegge e quindi selvaggia che vede martoriate diverse zone della città come piazza della Repubblica, e tutta la zona che ruota attorno a piazza Ciullo con centinaia di bottiglie di alcolici  vuote o rotte che tappezzano strade e lo stesso piazzale dell’ex Collegio dei gesuiti. Stessa cosa succede lungo le rampe di accesso al parcheggio sotterraneo, che come scrive il Comune dalle 18,30 sino alla mezzanotte rimarrà tutto incustodito. Inutile pertanto tornare a sottolineare che sono necessari serrati controlli interforze per evitare disagi e disturbo della quiete pubblica. Danni prodotti da vandalismi e stangare coloro i quali violano leggi e regolamenti.