Alcamo, piazza Bagolino quel parcheggio sotterraneo sempre chiuso

C’era una volta un parcheggio sotterraneo capace di accogliere 200 auto. Il parcheggio si trova nella piazza  Bagolino di Alcamo e negli ultimi anni è rimasto quasi sempre chiuso, creando difficoltà agli automobilisti anche perché la conformazione urbanistica non consente di potere trovare altri posti nelle strade dove lasciare le auto. Dalla vicenda degli estintori  a quella di oggi dei sensori antincendio. Verso la fine di febbraio alcuni consiglieri comunali sollevarono il problema della sicurezza. Gli interventi sono stati bloccati dal Covid e dal periodo di lockdown. Gli uffici comunali sono stati costretti a lavorare a rilento, ma ciò forse non giustifica del tutto la chiusura del parcheggio sotterraneo. Sopra si paga in metà della piazza, mentre è praticamente deserto il parcheggio di piazza della Repubblica e pertanto non c’è rapporto tra i disagi causati dal Comune di Alcamo ai cittadini e gli incassi. Oggi sono in funzione i parchimetri e ogni mattina due impiegati raccolgono le monetine. Il Comune dovrebbe acquistare la macchinetta che consente il rapido conteggio e quindi impacchettarli altrimenti le banche non le ricevono. Insomma disagi su disagi agli alcamesi. Sembra comunque che per il parcheggio sotterraneo di piazza Bagolino qualcosa si muova e a giorni l’Ufficio tecnico acquisterà i sensori. E presto si potrebbe riaprire. Va sottolineato che ad Alcamo c’è abuso di auto. Ma va anche detto anche che molti pendolari che lavorano ad Alcamo sono costretti ad utilizzare la propria auto per carenza assoluta di collegamenti. E oggi anche di parcheggi. Speriamo che quando lo riaprono qualche amministratore eviti di farsi un selfie perché non c’è niente di cui farsi fotografare.