Alcamo: piazza Bagolino, invertito senso marcia

0
358

Da questa mattina parte un nuovo step importante del nuovo assetto del piano traffico ad Alcamo: è entrata in vigore l’inversione di marcia all’interno e all’esterno di piazza Bagolino, area di grande snodo del traffico veicolare perché rappresenta uno degli ingressi principali del territorio. In sostanza sono stati invertiti i sensi di marcia delle de strade di accesso alla piazza. Quella all’interno del parcheggio e quella all’esterno. Comunque entrambe le arterie non possono più, come in passato sboccare sulla strada della cosiddetta “discesa del santuario” ma possono solo procedere verso porta Palermo. Con questa inversione si vuole favorire l’ingresso degli automobilisti che arrivano dai Comuni limitrofi che si ritroveranno di fronte il quasi inutilizzato parcheggio sotterraneo. In tal modo si punta a snellire il traffico veicolare nell’asse tra piazza Bagolino e il quartiere di San Francesco, spesso in tilt nelle ore di punta proprio a causa dell’eccessivo flusso di veicoli tutti sempre concentrati nella stessa direzione. Gli operai del Comune hanno provveduto al montaggio della nuova segnaletica verticale, con l’installazione di divieti di accesso e obblighi di direzione per aiutare automobilisti e centauri ad orientarsi. Nel contempo il comando di polizia municipale già da questa mattina ha predisposto un servizio di potenziamento della vigilanza con due unità sul posto per l’intera giornata, in modo da informare la gente della novità. Inutile dire che gli utenti della strada hanno dimostrato un certo disorientamento, anche abbastanza logico considerato che si tratta di una modifica sostanziale dell’assetto viario. Per l’amministrazione comunale, che ha lavorato in stretta sinergia con l’ufficio di mobility manager, si tratta di cambiamenti per il momento in via sperimentale che puntano al miglioramento della circolazione stradale.

La prima importante modifica di questo nuovo Piano traffico è stata quella, introdotta alla vigilia delle festività natalizie, dell’eliminazione dei parcheggi in corso VI aprile, nel tratto del cosiddetto corso stretto. Accanto a queste iniziative ci sarà anche il ripristino delle bici elettriche vandalizzate e l’emissione del bando per incentivare l’acquisto di bici elettriche e non. E questi cambiamenti solo il preludio al ripristino del ritorno alla Zona a traffico limitato permanente nel centro cittadino. Queste scelte sono state frutto del lavoro portato avanti dall’appena istituto ufficio della mobilità sostenibile, composto da esperti del settore che hanno collaborato a titolo gratuito a fianco dell’amministrazione comunale. Sono stati proprio loro che hanno effettuato un sondaggio tra i cittadini per recepirne le istanze. Nel contempo sarà potenziato il servizio di pedibus, che consiste nell’accompagnamento vigilato degli alunni di diverse scuole dell’obbligo.