Alcamo-Paura sulla statale 113, crollano calcinacci dal viadotto

0
512

Si sbriciola il cavalcavia sulla statale 113 a due passi dallo svincolo che immette sulla via Porta Palermo e in contrada Sasi. A venire giù questa mattina diversi pezzi di calcinacci che sono crollati sulla sede stradale. Fortuna ha voluto che in quel momento non transitasse nessuno, quindi non si è verificato alcun danno a cose o persone. Resta però la paura attorno a questo tratto di strada dove gli ammaloramenti alla parete sottostante del viadotto sono abbastanza evidenti. Quindi sarà necessario un intervento massiccio di ripristino non solo della parte in cui si sono verificati i distacchi dell’intonaco ma anche in altre zone vicine dove i segni dell’umidità sono abbastanza evidenti. Sul posto, in seguito alla segnalazione di alcuni automobilisti subito dopo l’avvenuto crollo, sono intervenuti i vigili del fuoco del locale distaccamento e la polizia municipale. Ai caschi bianchi il compito di regolare il traffico veicolare che è defluito a passo di lumaca mentre i pompieri hanno verificato la situazione sul piano di eventuali incombenti pericoli di nuovi crolli. Successivamente sono anche intervenuti i tecnici dell’Anas che però stanno verificando la proprietà del viadotto, quindi se i lavori sono di competenza dello stesso ente statale che gestisce le strade extraurbane e le autostrade oppure è in capo al Comune trattandosi di un viadotto che chiaramente immette sul centro abitato. Intanto un primo immediato intervento è stato effettuato dagli stessi vigili del fuoco che hanno provveduto a scrostare interamente la parte in cui si è verificato il distacco per evitare ulteriori crolli nell’immediato. Nel contempo, però, gli stessi vigili del fuoco hanno potuto verificare visivamente come ci siano altre parti della stessa parete sottostante del viadotto che necessitano di intervento di consolidamento. Specie all’altezza delle giunture si notano macchie di umidità e infiltrazioni di acqua con corrosione dell’armatura in ferro. In pratica lo stesso identico problema che ha causato il distacco di questa mattina, con il ferro dell’armatura evidentemente arrugginito e scoppiato. Un viadotto che risente molto della vecchiaia, già oggetto di numerosi interventi di “rappezzo” come è visibile a occhio nudo, sempre nella parete attorno alla quale si è verificato il distacco di questa mattina. Ultimamente poi l’Anas proprio sulla statale 113, nel tratto che collega Alcamo a Partinico, ha effettuato dei lavori di consolidamento e manutenzione con sostituzione di tratti di guardrail, rifacimento di parti di sede stradale e consolidamento dei muretti di contenimento in cemento armato.