Alcamo: nuova giunta vicina, nessun superstite

0
370

Si va facendo sempre più strada l’ipotesi che non ci sarà quasi nessun superstite dell’attuale giunta al Comune di Alcamo. Né i due tecnici al momento in carica, Ferdinando Trapani e Giuseppe Francesco Simone, e quasi certamente neanche l’attuale pezzo da novanta della politica locale, l’attuale vicesindaco Gino Paglino. Questo trapela da radio municipio in una città dove da quasi un mese si trascina oramai la crisi politica. Resta un solo spiraglio: la possibile permanenza di Gianluca Abbinanti, esponente del Pd, che però sino a questa mattina ha confermato la sua indisponibilità: “Nessun elemento di novità – sostiene – si è configurato in queste ultime ore per potermi far cambiare idea anche se resto sempre a disposizione della città e del partito”. Quelle che sino a pochi giorni fa erano soltanto voci ora vengono anche confermate: l’esecutivo alcamese non potrà contare più su questi pilastri della politica cittadina, già assessori in passate legislature e quindi politici stagionati e navigati. Scelta che arriva nonostante le tante pressioni politiche che sono cadute sulla testa dello stesso Bonventre affinchè i due fossero confermati. In realtà sia Abbinanti che Paglino non hanno mai nascosto, lontano dai microfoni, il loro stato di disagio nell’attuale contesto politico locale. Quindi si tratta a tutti gli effetti, sul piano tecnico, di un vero e proprio azzeramento per il sindaco. Sembra che dalle ultime indiscrezioni trapelate si sia riuscito a far quadrare il cerchio per la ricomposizione dell’esecutivo e per la ricostruzione di una nuova maggioranza. Pare che Area Democratica abbia fatto il passo indietro rispetto alla pretesa dei due assessorati: Francesco Gabellone è rimasto l’unico candidato, esce di scena il leader del movimento ed ex presidente del consiglio ed ex assessore Pasquale Perricone. Anche l’Ucd alla fine sarà rappresentato: si va facendo sempre più forte il nome dell’attuale consigliere comunale Antonio Nicolosi. Una cosa è certa, come conferma lo stesso Nicolosi: “Il nostro gruppo è compatto”. Dal gruppo misto ci sarebbe l’appoggio di due consiglieri che facevano parte della maggioranza, i consiglieri Francesco Rimi e Francesco Sciacca. Insieme per Alcamo e Patto per Alcamo invece sembrano formalmente fuori dalla maggioranza da tempo. Intanto i tempi stringono e il sindaco rischia ancora di non potere mantenere la parola data rispetto al limite di tempo ufficializzato per la nomina della nuova giunta. Prima aveva detto che entro metà febbraio avrebbe chiuso, poi si è preso quest’altra settimana di tempo. Restano però soltanto altri 3 giorni, l’impressione è che si possa far slittare tutto alla prossima settimana.

This post is the compromise I came up with
wandtatoos küche Best dinner dress for men Fashion Show

The biggest problem in the zombie world for you
louis vuitton taschenSummer Office Fashion Trends for 2011