Alcamo, nasce il museo d’arte contemporanea

0
75

Alcamo diventa sede di un museo di arte contemporanea. Ieri l’inaugurazione dei locali all’interno del monumentale Collegio dei Gesuiti, nel cuore del centro storico. In tutto all’incirca mille e 500 metri quadrati di struttura, di cui 500 al piano terra per ospitare una sala accoglienza, un auditorium ed un bookshop, gli altri mille al primo piano. Sostanzialmente ad essere occupata è l’ala ad ovest del Collegio dove è stata realizzata una vera e propria rifunzionalizzazione di tutta l’area. Al momento è stata allestita una sala con alcuni quadri dell’artista milanese Turi Simeti, esponente dello “spazialismo”; altre sale ancora contengono alcuni reperti archeologici, altre ancora e i corridoi sono invece adornate delle opere restaurate dello scultore Nicola Rubino. Uno spazio apposito invece è stato dedicato per ospitare la collezione di strumenti musicali di Fausto Cannone:

A ottobre ci sarà il primo step dell’ambizioso progetto del “Creative Lab”, che ha visto in partenariato il Comune di Alcamo, l’Università di Palermo e le cooperative Agrigest e Nido d’Argento. Il tutto finanziato con fondi della Comunità europea per un ammontare di 355 mila euro. Soldi che materialmente serviranno per riempire il museo di opere d’arte:

Ai quattro artisti di fama si affincheranno invece altrettanti artisti emergenti che a loro volta realizzeranno altre quattro opere d’arte con la collaborazione degli imprenditori artigiani locale. Questi ultimi realizzeranno opere per arricchire il merchandising artistico e che saranno vendute all’interno del book shop. Il museo d’arte contemporanea è stato progettato per ospitare mostre temporanee e non solo

ergonomic desk chair
isabel marant shoes A Brief Fashion History Of England Part 2

for the same price
woolrich bolognaIt’s hard for me to be fashionable